Che studi fare per diventare un pilota aereo

352 0
352 0

Ci sono persone che amano viaggiare in aereo, altre per cui i voli sono invece un vero e proprio incubo, tanto da rinunciare a viaggi stupefacenti e a mete esotiche, solo perché mai e poi mai trascorrerebbero un po’ del loro tempo in alta quota. E poi ci sono coloro che dei viaggi in aereo ne vogliono fare la loro professione. Sono coloro che, affascinati dal mondo sopra le nuvole, vogliono diventare piloti di aereo. Ma per intraprendere diventare un pilota aereo, ovviamente, occorre studiare. E non poco.

D’altro canto, si tratta di un mestiere dalle grandi, grandissime responsabilità, che implica nervi saldi, conoscenza approfondita degli aerei e che comporta anche una certa elasticità mentale, oltre – ovviamente – a una perfetta conoscenza della lingua inglese.
Dunque, al di là del sogno a occhi aperti, vediamo che cosa occorre fare per diventare un pilota aereo.

Non è tutto oro quello che luccica 

Prima ancora di entrare nel merito del percorso di studi che occorre intraprendere per diventare un pilota di aereo, vanno fatte alcune importanti precisazioni. Del mestiere di pilota di aereo infatti si conoscono principalmente gli aspetti positivi e cioè: si viaggia spesso e alcune mete sono davvero indimenticabili, soprattutto quando le tratte affidate sono quelle di lungo raggio. Ci sono infatti piloti che vanno e vengono dalle Maldive, per esempio, o altri a cui sono state affidate mete entusiasmanti come possono essere Tokyo, oppure New York.

Oltretutto, una volta a terra, i piloti devono riposarsi e dunque è molto probabile che qualche ora nelle bellissime spiagge o tra i grattacieli le trascorrano. Altro aspetto positivo: i piloti guadagnano tanto. E, ancora: i piloti sono attorniati da belle donne, hostess in primis. Ma, di contro, hanno poco tempo per stare in famiglia, hanno sempre la valigia in mano, viaggiano – dunque lavorano – anche a Natale, sabato, domenica, e via discorrendo.

Il percorso da intraprendere per diventare pilota aereo

Se quanto fino ad ora detto continua a entusiasmare, allora non resta che intraprendere il percorso per ottenere la Licenza di pilota per il trasporto pubblico: i requisiti minimi sono la licenza media, il superamento di una visita medica e, anche, la conoscenza di base di materie quali matematica, inglese, fisica. Dopo di che si devono frequentare una serie di corsi, step by step: ci sono numerose scuole specifiche, è bene quindi documentarsi circa la validità e serietà delle stesse.

 

Ultima modifica: 16 luglio 2019