Strade che ricaricano le auto: l’ultima novità in fatto di motori elettrici

353 0
353 0

Tra i vari fattori che portano le persone a non voler acquistare un veicolo elettrico, c’è la convinzione che le colonnine per la ricarica scarseggino, soprattutto in alcune regioni della penisola. Tuttavia, con il rapido sviluppo del mercato della mobilità sostenibile, le stazioni di ricarica sono state aumentate e, in ogni caso, il futuro riserva nuovi modi che permetterebbero di ricaricare le auto senza mai fermarsi alla colonnina. Si tratta di strade speciali in grado di ricaricare la batteria delle macchine elettriche grazie all’aiuto di bobine poste sotto l’asfalto. Vediamo insieme quali sono i dettagli di questa soluzione di ricarica innovativa e i possibili risvolti futuri.

Come funziona l’asfalto smart per veicoli elettrici

La tecnologia sfruttata per far si che le auto vengano ricaricate senza mai fermarsi, è chiamata DWPT ovvero Dynamic Wireless Power Transfer. Posizionando delle bobine al di sotto dell’asfalto, è possibile ricaricare le auto elettriche mediante il loro semplice passaggio. L’infrastruttura rifornisce i veicoli dotati di ricevitori speciali i quali appunto ricevono l’energia trasmessa dalle bobine.

È stato dimostrato che il DWPT è un sistema in grado di ricaricare, oltre alle normali auto a motore elettrico, anche i veicoli più pesanti purché abbiano uno speciale ricevitore. Veniamo ora ad un quesito piuttosto importante quando si parla di asfalto smart. Come si paga questa ricarica? Il sistema di ricarica viene attivato pagando attraverso piattaforme digitali. Un vantaggio in più se pensiamo alla velocità e comodità di questi scambi di denaro.

L’infrastruttura che permette di ricaricare i veicoli in transito è veloce da installare ed ha una durata di circa 40 anni. Questa tecnologia è già presente in Svezia e sta per essere testata in altri paesi. L’Italia ha costruito la sua prima strada di ricarica intelligente lungo l’autostrada A35 Brebemi e Aleatica, ribattezzata per l’occasione “Arena del Futuro”.

Città più sostenibili con le strade a induzione

Le ragioni per cui è stata creata la strada smart sono sostanzialmente tre: in primo luogo, si è cercato di garantire lunghe percorrenze ai veicoli a motore elettrico, diminuire il tempo speso ad aspettare che la macchina si ricarichi e permettere lo sviluppo di città più sostenibili, libere dagli scarichi delle auto a combustibile fossile. Infatti, la tecnologia DWPT, se installata su vasta scala, potrebbe stravolgere il modo di guidare e convincere anche i più scettici ad acquistare un’auto elettrica.

I vantaggi di corsie e parcheggi con asfalto smart sono innumerevoli e vanno dall’ottimizzazione dei tempi di viaggio per i proprietari di queste auto, una maggior efficienza energetica delle auto elettriche fino ad arrivare ad una maggior diffusione di veicoli elettrici nelle città del mondo.

Ultima modifica: 15 luglio 2022