Spostamenti in moto, chiarimenti del DPCM

721 0
721 0

Dal 3 dicembre sono in vigore le nuove regole che limitano gli spostamenti durante le festività natalizie, riducendo la possibilità di viaggiare fra regioni fino alla data del 20 dicembre poichè dal 21 al 6 gennaio 2021 entrano in campo pesanti restrizioni. In questo periodo non si potrà varcare il confine della propria regione di appartenenza, anche se di colore giallo e a Natale, Santo Stefano e Capodanno non ci si potrà spostare nemmeno tra comuni.

Spostamenti in moto durante le festività

Si valuta l’ipotesi di una deroga per consentire gli spostamenti durante le feste oltre il perimetro comunale con mezzi privati, anche con le moto, soprattutto se si tratta di piccoli comuni limitrofi, distanti pochi chilometri. I presidenti di regione, ma anche sindaci e associazioni di entri locali premono sul governo e sul parlamento per mitigare le restrizioni del DPC del 3 dicembre 2020.

Come si è fatto notare da più parti, gli abitanti di comuni molto piccoli si vedono negata la possibilità di ricongiungersi con i propri cari nei giorni di festa, possibilità invece concessa ai cittadini dei centri più grandi dove è possibile spostarsi anche di decine di chilometri rimanendo sempre all’interno dello stesso perimetro comunale. Mercoledì 16 dicembre si discuterà in parlamento l’ipotesi di una possibile estensione degli spostamenti oltre il singolo comune di appartenenza.

In moto per raggiungere località vicine

Se i ristoranti possono restare aperti a pranzo nei giorni 25-26 e 1° gennaio, un ammorbidimento delle disposizioni di divieto permetterebbe alle strutture della ristorazione un maggior afflusso di clienti, magari pronti a raggiungerle in motocicletta. In attesa di eventuali deroghe, dal 21 dicembre al 6 gennaio 2021 è vietato ogni spostamento fra regioni o province autonome, e nelle giornate del 25 e del 26 dicembre e del 1° gennaio 2021 è vietato altresì ogni spostamento tra comuni (salvo che per lavoro, necessità o salute). Il coprifuoco è sempre dalle 22 di sera alle 5 di mattino, esteso e a capodanno alle 7 di mattino.

È consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, ma non alle seconde case ubicate in altra Regione o Provincia autonoma, nelle giornate del 25 e 26 dicembre e del 1°gennaio 2021, anche ubicate in altro Comune. Nel periodo dal 4 al 20 dicembre e dopo il 6 gennaio vengono consentiti gli spostamenti da una regione all’altra purché la regione di partenza e quella di destinazione siano entrambe gialle.

Ultima modifica: 5 gennaio 2021