Sportello della benzina bloccato: cosa fare

201 0
201 0

A chi non è capitato, almeno una volta di pensare: cosa fare in caso di sportello della benzina bloccato? Ebbene si tratta di un tipo di problema che si è presentato solo di recente, da quando cioè le chiavi per aprirlo sono stati sostituiti da sportelli magnetici.

C’era una volta la cara vecchia chiavetta che apriva lo sportellino del rifornimento carburante: diventò una necessità quando negli anni ’70 l’Italia affrontò un drammatico periodo di austerity che portò le autorità a decisioni drastiche: per lungo tempo le auto andarono avanti a intermittenza, targhe pari e targhe dispari, per contenere i consumi ed evitare gli sprechi. Ma accadde anche che la benzina fosse diventata un bene prezioso e in pochi mesi i ladri di carburante si fossero moltiplicati a dismisura: a frotte armati di tanca e canna sotto il tappo della benzina per portare via carburante.

Sportello benzina senza chiave

In pochi mesi le case automobilistiche sono corse ai ripari: la prima soluzione fu mettere su quasi tutti i tappi una chiave di sicurezza. Ma poteva anche capitare che i ladri lo forzassero. Il secondo passaggio fu inserire il tappo per il rifornimento all’interno di un vano protetto da uno sportellino a sua volta chiuso a chiave.

Negli ultimi anni i progressi hanno portato a evitare ulteriori chiavi che potrebbero perdersi o essere comunque un fastidio per l’automobilista e si è deciso di rendere tutto quanto più semplice possibile quando si deve fare benzina. Quasi tutte le vetture più recenti prevedono uno sportellino carburante chiuso magneticamente o con un gancio che si sblocca all’apertura delle porte direttamente dalla centralizzazione della macchina. E se si blocca?

Sportellino benzina bloccato

A volte può capitare che lo sportellino non funzioni perché se c’è un gancio meccanico l’ossido o i detriti di benzina e gasolio potrebbero averlo sporcato e ostruito: di qui il blocco. Arrivare alla stazione di servizio e non riuscire ad aprire lo sportellino, molte auto prevedono un’apertura di sicurezza all’interno, simile a quella del cofano, non è certamente il massimo. Anzi… è certamente un bel problema.

In questo caso potrebbe bastare una generosa dose di antiossidante e lubrificante spruzzato dall’interno fino al meccanismo… Se il meccanismo è magnetico il problema è un po’ più complesso: potrebbe essersi danneggiato o scollegato il sensore che apre e chiude il vano e in questo caso l’unica soluzione è ovviamente sostituirlo. Ma se nel frattempo sei obbligato a fare benzina… bisogna scegliere la strada del danno minore: che è quella di forzare lo sportellino evitando le sassate o il piede di porco. Fatevi aiutare da un carrozziere o da un meccanico e i danni si ridurranno al minimo necessario: ma anche se si tratta di un inconveniente ormai sempre più raro, anche questo è il prezzo da pagare – proprio un eventuale danno elettronico alla chiusura centralizzata che blocca le porte della nostra auto – sul fronte della sicurezza e della tutela nei confronti dei ladri.

Ultima modifica: 8 agosto 2019