Soccorso stradale: costi e servizi

594 0
594 0

L’auto in panne improvvisamente, per colpa di una ruota che ha deciso di bucarsi, o del motore che non vuole saperne di ripartire, o della batteria che si è esaurita senza preavviso. Ecco cosa c’è da sapere sul soccorso stradale. 

Soccorso stradale: quando è gratuito

Il primo istinto, specie se si hanno incombenze urgenti da sbrigare, se si è lontani da casa, se si è sotto una pioggia torrenziale, è di prendersela con il mondo intero.

La seconda mossa è chiedere aiuto al soccorso stradale. Un po’ di panico per l’esborso c’è sempre, ma non perdete lucidità e cercate di ricordare se nella vostra polizza assicurativa è previsto il soccorso stradale o se per caso siete soci Aci.
In entrambe le circostanze il vostro portafogli non ne risentirà. In caso contrario non vi resta che chiamare il soccorso stradale, in autostrada anche attraverso la colonnina di SOS, o se siete in grave difficoltà con l’aiuto della polizia stradale.

Soccorso stradale, gli interventi previsti

A questo punto le possibilità sono diverse. E’ chiaro che nessun carroattrezzi caricherà la vostra auto se avete semplicemente uno pneumatico bucato, ma l’addetto vi aiuterà senza remore a sostituire la gomma bucata con la ruota di scorta.

Tra gli interventi previsti per il soccorso stradale non c’è infatti soltanto il traino o il trasporto alla officina più vicina, o all’uscita autostradale, ma anche la riparazione in loco, se il guasto lo consente.

Altro servizio previsto è il recupero del mezzo, se uscito dalla sede stradale. Potrebbe essersi ribaltato o posizionato di modo da non poter essere liberato senza l’aiuto di un mezzo attrezzato.

I costi sono senza dubbio la nota più dolente, perché nel caso in cui non abbiate una copertura assicurativa o non siate soci Aci, a seconda della situazione, del tipo mezzo e della distanza da percorrere, la spesa potrebbe essere davvero importante. L’Aci mette a disposizione sul proprio sito un tariffario preciso degli interventi possibili.

Se invece doveste servirvi di un soccorso stradale privato, le tariffe potrebbero cambiare, anche se le oscillazioni in meglio o in peggio non sono poi così ampie.

Basti sapere che la differenza maggiore viene dall’orario: se si tratta di un orario notturno o festivo in autostrada e parecchio distanti da un casello, siete nella condizione peggiore, la più onerosa.

Per recuperare un veicolo potrebbe essere necessario l’impiego di un mezzo speciale, e anche questo particolare inciderà parecchio. Nel trasporto poi va inclusa anche la distanza da percorrere.

C’è infatti nel soccorso stradale anche un costo chilometro, che per i tragitti su autostrada è lievemente più basso.

Ultima modifica: 11 febbraio 2019