I sistemi di sicurezza per le auto del futuro

404 0
404 0

Dalle sue origini, il mondo della automobili ha fatto passi da gigante ed è in continua evoluzione. Proprio come le auto anche i sistemi di sicurezza che le caratterizzano migliorano a vista d’occhio in modo da poter garantire il grado più elevato possibile in fatto di sicurezza stradale. In generale, i dispositivi adibiti a questa funzione si distinguono in attivi e passivi e, dal momento che molti di questi sono obbligatori per legge, nella maggior parte dei casi sono forniti di serie al momento dell’acquisto di una nuova automobile. Tra i principali sistemi di sicurezza al momento ci sono il controllo della velocità e la limitazione automatica nonché quello che garantisce il mantenimento della corsia di marcia.

I sistemi di sicurezza per le auto del futuro

Vista l’importanza della funzione svolta da questi dispositivi, in seguito ad un’iniziativa Europea, molti di essi dovranno essere obbligatoriamente installati sulle auto del futuro. A partire dal 2022 infatti, si allungherà la lista dei sistemi di sicurezza che dovranno essere di serie sulle nuove auto da immatricolare.

Si tratta dell’insieme di tecnologie comunemente definite con l’acronimo “ADAS”, che sta per Advanced Driver Assistant Security e che indica il gruppo di dispositivi che agevolando la guida ne aumentano la sicurezza. In questa categoria, tra i più semplici troviamo i sensori di pioggia e i sensori di parcheggio che oltre ad agevolare le piccole manovre di ogni giorno ne aumentano anche la sicurezza.

Tra i sistemi più evoluti invece c’è il cruise control, un prezioso aiuto che consente di mantenere una velocità costante, la così detta velocità da crociera. Punto di forza di questa tecnologia è la capacità di modificare la velocità a seconda del traffico e garantendo anche al guidatore più distratto il mantenimento dalla giusta distanza di sicurezza.

sistemi di sicurezza

Altri preziosi alleati sono la frenata automatica di emergenza e il lane keeping system, che non solo è in grado di allertare il guidatore nel caso in cui dovesse superare la linea divisoria e invadere l’altra corsia, ma riporta anche l’auto sulla retta via. Il blind spot assistant, un vero e proprio occhio in più, consente di monitorare anche l’angolo morto dello specchietto. In questo modo, un segnale acustico o una vibrazione del volante, avviseranno in caso di un potenziale pericolo in arrivo.

Altro dispositivo in grado di migliorare la sicurezza stradale delle auto del futuro è il traffic sign recognition, ovvero un sistema capace di visualizzare e riconoscere i segnali stradali

Ultima modifica: 12 marzo 2020