Si può usare la patente per viaggiare?

704 0
704 0

Può capitare, mentre si è in viaggio verso la stazione o l’aeroporto, di accorgersi di essersi dimenticati la carta d’identità a casa. Nel portafoglio si riesce a trovare solo la patente di guida. La domanda sorge quindi spontanea: è sufficiente la patente di guida per viaggiare? Può capitare anche di accorgersi in ritardo che la carta d’identità è scaduta e ritrovarsi costretti a mostrare la patente di guida su richiesta. Vediamo insieme se questo documento è valido come documento di riconoscimento in generale, ma soprattutto per l’espatrio.

La patente vale come documento di riconoscimento?

Esiste un decreto del Presidente della Repubblica, il 445 del 2000, che attesta chiaramente che fra i documenti di riconoscimento equipollenti alla carta d’identità vi è anche la patente di guida. Dunque, secondo la legge italiana è possibile presentare la patente di guida come documento valido nel caso in cui venga richiesto dalle Forze dell’Ordine o da dipendenti pubblici.

Dal 2000, però, sono cambiate vari requisiti per la patente di guida e questo ha fatto sorgere dei dubbi sulla valenza del precedente decreto del Presidente della Repubblica. Infatti, al giorno d’oggi le patenti sono rilasciate dalla Motorizzazione civile e non più dalla Questura e hanno la forma di tessera plastificata, come se fosse una carta di credito. Questo, però, non prevede grossi ostacoli, in quanto anche la Motorizzazione civile è parte del Ministero delle Infrastrutture e quindi il decreto resta valido.

Patente e aerei: come funziona

Abbiamo, dunque, appurato che la patente di guida vale come documento di riconoscimento per la legge italiana e quindi sul territorio italiano. Tecnicamente, per questo motivo, dovrebbe valere come documento valido per i viaggi in aereo sul territorio nazionale. Se, per esempio, bisogna viaggiare tra Milano e Roma, la patente di guida dovrebbe essere un documento accettato per imbarcarsi sull’aereo. Questo, però, non è vero nel 100% dei casi per ogni compagnia aerea ed è quindi bene informarsi sulle regole della compagnia preventivamente.

Per quanto riguarda, invece, i viaggi in Paesi esteri, compresi quelli dell’Unione Europea, la patente di guida non viene accettata come documento d’identità valido. Dunque, è possibile viaggiare al di fuori dei confini italiani solamente con la carta d’identità o il passaporto. Consigliamo sempre di controllare la scadenza di tutti i documenti di riconoscimento in proprio possesso e muoversi in tempo per il rinnovo, sia che si tratti della carta d’identità, sia che si tratti della patente di guida.

Ultima modifica: 15 luglio 2022