Sensori per l’angolo cieco: tutti i vantaggi

830 0
830 0

Tra le principali innovazioni del settore automobilistico ci sono i sensori per l’angolo cieco, che hanno l’obiettivo di rendere più sicura la guida e di facilitare il conducente nelle manovre a bordo del veicolo.

Soluzione per l’angolo cieco: cos’è il blind spot assist

I sensori per l’angolo cieco, o blind spot assist, sono dei sensori radar posizionati sulle estremità dei veicoli. Il loro scopo principale è quello di segnalare al guidatore la presenza di soggetti nelle zone in prossimità del proprio veicolo.

Esistono varie occasioni nelle quali questi sensori risultano particolarmente vantaggiosi: basti pensare ai movimenti in retromarcia in uscita da un parcheggio, durante i quali gli angoli ciechi impediscono di verificare che l’intera area antistante al veicolo sia libera.

Dato che questi sensori si basano sulla tecnologia radar, sono altamente affidabili. Infatti, il sistema per l’angolo cieco consente una misurazione precisa delle distanze con altri soggetti, anche se le condizioni atmosferiche non sono delle migliori, poiché il funzionamento non viene influenzato da tali fattori.

Infatti, il sistema radar si basa su un fascio di onde elettromagnetiche che, nel momento in cui incontrano un ostacolo nel loro cammino, vengono riflesse e, ritornando al sistema, vengono elaborate per analizzare la loro direzione, distanza e velocità.

Come funzionano i sensori per l’angolo cieco

I sensori radar per l’angolo cieco sono stati sviluppati dalle principali case automobilistiche con l’obiettivo di limitare e ridurre il numero di incidenti stradali causati proprio dagli angoli ciechi. Basti pensare al caso in cui, cambiando corsia durante la marcia, si causa una collisione del proprio veicolo con un’altra automobile presente nella corsia di destinazione.

In casi di pericolo, il blind spot assist avvisa il guidatore. Quando un veicolo rischia la collisione con un altro oppure con un soggetto, il sistema di assistenza al guidatore prevede un allarme sonoro, uno visivo oppure, in alcuni modelli di automobile, è possibile che il volante vibri per indurre un cambiamento nella traiettoria del veicolo.

Oggi, i sensori per l’angolo cieco vengono utilizzati anche per stabilire il grado di stanchezza del guidatore. In altre parole, il sensore radar percepisce quando il veicolo sta involontariamente oltrepassando la linea di demarcazione tra due corsie ed è in grado di avvisare il guidatore.

Ultima modifica: 12 gennaio 2022