semafori: dal 2018 è legge il contasecondi

3323 0
3323 0

La legge relativa ai contasecondi che verranno installati su semafori, entrerà in vigore nel 2018; ecco di cosa si tratta.

Quest’anno assisteremo sulle strade italiane, alla comparsa del contasecondi che verrà installato sui semafori delle strade italiane. A partire dal giorno 19 dicembre 2017, sono in vigore le disposizioni relative al Decreto del 27 aprile 2017, a firma del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Detto Decreto ha finalmente regolamentato la materia dell’omologazione e dell’installazione dei classici sistemi contasecondi o nella dicitura inglese “countdown”; detti sistemi sono stati per la prima volta introdotti nell’anno 2010, grazie alle modifiche del Codice della Strada, relative alla Legge 120.

L’introduzione dei dispositivi countdown sui semafori delle strade italiane, non è certamente una novità assoluta. Alcuni dispositivi contasecondi sono infatti già da tempo in fase di sperimentazione in varie città del Paese (in alcune città la sperimentazione prosegue già da quattro anni).

Con l’introduzione dei dispositivi semaforici countdown, i semafori non a norma dovranno essere adeguati all’approvazione della normativa che prevede appunto l’indicatore dei secondi sopra il colore rosso del semaforo. I contasecondi sono oggi già adottati da tempo in alcuni paesi europei. I dispositivi countdown sono certamente delle soluzioni tecnologiche, finalizzate a migliorare la sicurezza di pedoni, automobilisti e ciclisti. Gli automobilisti saranno aiutati in modo importante ad evitare sanzioni amministrative elevate, grazie appunto all’ausilio di questi nuovi sistemi automatici.

I nuovi dispositivi countdown, saranno in grado di fornire un importante contributo, per migliorare anche la qualità dell’aria delle zone urbane particolarmente trafficate; questo è certamente un aspetto da non sottovalutare. Chi si troverà al volante della propria automobile, grazie ai segnalatori contasecondi installati sui semafori, sarà in grado di rallentare e riuscire a fermarsi per tempo; in questo modo per gli automobilisti sarà più difficile farsi sorprendere dal sopraggiungere del colore giallo, di cui la durata temporale oggi rappresenta un’incognita.

Ci teniamo a precisare che il Codice della Strada, al comma 10 dell’art. 41, specifica che con l’arrivo del colore giallo i veicoli non possono oltrepassare i punti prestabiliti per l’arresto; questo ovviamente esclusa l’ipotesi che i veicoli non si trovino troppo in prossimità del semaforo, nel momento in cui sopraggiungerà all’improvviso il colore giallo. I dispositivi countdown potranno inoltre rivelarsi molto utili per la lotta all’inquinamento atmosferico e al contenimento delle emissioni. Grazie a questi dispositivi sarà infatti possibile velocizzare il traffico nelle città; si eviterà inoltre che gli automobilisti, per eccessiva ansia, tolgano anticipatamente il piede dalla frizione, per attivare il motore nei modelli di auto dotati del dispositivo di start and stop.

Ultima modifica: 25 maggio 2018