Seggiolini anti abbandono, le informazioni

396 0
396 0

Seggiolini anti abbandono, ecco le le informazioni.

Leggi anche: Seggiolini anti abbandono, dal 6 marzo scattano le multe

  1. Il provvedimento diventato legge
    Il provvedimento che introduce l’obbligo di adozione dei seggiolini anti abbandono è diventato legge pochi mesi fa (n° 157 del 19 dicembre 2019). L’iter è stato in realtà lungo e tortuoso. A settembre infatti la Commissione Ue aveva bocciato il decreto attuativo. Chiedendo «correzioni tecniche». Il primo provvedimento era stato addirittura approvato, con voto bipartisan, nel settembre 2018
  2. Come funziona il dispositivo
    Il seggiolino anti abbandono funziona tramite un dispositivo collegato a un sensore a sua volta connesso via Bluetooth allo smartphone del genitore/conducente. Quando questi scende dall’auto e la chiude, la connessione si disattiva e parte automaticamente un messaggio d’allarme verso il suo cellulare. Nel caso in cui il telefono sia silenziato, il dispositivo invia messaggi d’allarme agli altri cellulari collegati configurati. Come quelli di altri familiari del bambino
  3. Le quattro tipologie
    Dal 20 febbraio scorso è possibile richiedere un contributo di 30 euro per ciascun dispositivo acquistato entrando sulla piattaforma www.bonuseggiolino.it con le credenziali Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale). Le tipologie di dispositivi sono principalmente quattro: integrato nel seggiolino; in dotazione tra gli accessori auto; universali da applicare al seggiolino; ad hoc da applicare al seggiolino
  4. Violazioni al codice
    Il codice della strada disciplina all’articolo 172 l’uso di cinture di sicurezza e sistemi di ritenuta per bambini. Il comma 5 prevede che i bambini non possano essere trasportati utilizzando un seggiolino rivolto all’indietro su un sedile passeggeri protetto da airbag. Invece la predisposizione dei dispositivi anti abbandono è stabilita al comma 6. Multe da 80 a 323 euro e cinque punti in meno sulla patente. In caso di recidiva nel giro di due anni, patente sospesa da 15 giorni fino a un massimo di due mesi
  5. Troppi morti sui sedili 

    L’obbligo di adozione dei seggiolini salva bebé si è reso purtroppo necessario a seguito dei numerosi casi di bimbi dimenticati accidentalmente in auto dai genitori (spesso con epilogo tragico). Secondo la Società Italiana Sistema 118, negli ultimi 12 anni sono stati otto i bimbi dimenticati in auto dai genitori e morti per il caldo o il sole. «Tutte morte evitabili», commenta la Sis 118

Ultima modifica: 6 marzo 2020