Scorpion: descrizione modello Abarth

638 0
638 0

Lo Scorpione, popolare simbolo della casa automobilistica Abarth, presentata nei suoi tre modelli più recenti: caratteristiche e peculiarità delle autovetture.

La Abarth, nata come scuderia sportiva nel 1949, deve fama e notorietà alla produzione delle marmitte omonime, realizzate per F.I.A.T., Lancia, SIMCA, Porsche ed Alfa Romeo.

Controllata da FCA Italy, gruppo F.I.A.T. Chrysler Automobiles dal 2007, con produce e commercializza versioni sportive di vetture della F.I.A.T. ma con il marchio Abarth.

Esso è infatti il simbolo che campeggia all’interno del logo dell’azienda. E, al contempo, Scorpione è anche il nome che nel corso della sua storia ha dato ad alcuni modelli di autovetture. La prima fu la Abarth 2000 Pininfarina Scorpione (1969), poi è stata la volta della Abarth Scorpione 1300 prodotta nello stesso anno e fino al 1971. Negli ultimi anni tuttavia lo Scorpione ha assestato la propria zampata su tre modelli di automobili: la gamma 595, la 695 e la 124 Spider.

La gamma 595 difatti si divide in quattro tipologie: la classica, poi ‘Pista‘, ‘Turismo‘ e ‘Competizione’. Motore 1.4 T-Jet da 145 cavalli, Torque Transfer Control e Sport mode di serie, la 595 classica dello Scorpione è maneggevole, prestazionale e potente. Piccola ma cattiva: proprio come lo Scorpione. La 595 C permette di tirare giù anche la capote.

Quella da pista possiede un Sistema Abarth Telemetry integrato che permette di provare le proprie capacità di guida su tracciati internazionali nonché su percorsi fatti su misura. Anche questa disponibile in versione cabrio con capote (in tessuto) automatica.

La Abarth 595 turismo prevede un motore più potente (fino a 165 CV) con turbina Garrett, cerchi GranTurismo da 17” ed ammortizzatori posteriori Koni. Unisce sportività e design, anche nella versione berlina. Infine, la versione competizione: motore da 180 CV, ammortizzatori anteriori e posteriori Koni, scarico dual mode a 4 uscite, cerchi in lega da 17” diamantati.

Tra le Abarth 696 esistono la ‘XSR Yamaha’, la ‘Rivale’ e la ‘Biposto’. La prima però è disponibile in versione limitata e numerata e consente di acquisire sin da subito il valore storico certificato. La seconda unisce tradizione, innovazione ed eleganza: la sua targhetta numerata, limitata e personalizzabile su richiesta, è quella presente sugli Yacht Riva e ne conferma la natura sportiva ed elegante. Quindi, la biposto dall’aerodinamica evoluta, con interni Abarth Cockpit, i vetri Racing e lo scarico Dual Stage Akrapovic.

Infine, tra le Abarth 124 troviamo la cosiddetta Spider, dalle forme aggressive: un roadster che deriva dalla versione del 1972, automobile regina del rally. I primi 2500 esemplari sono in edizione numerata: abitacolo sportivo, scarico Record Monza, sistema frenante Bembo. La versione 124 Spider Scorpione ha un motore più potente (170 CV) e performante, è tanto elegante quanto sportiva, monta ammortizzatori Billstein e ha un sistema frenante specifico.

Ultima modifica: 3 ottobre 2017