Sanificazione auto, come comportarsi per rispettare la legge

991 0
991 0

La prima regola, soprattutto in questo periodo di emergenza internazionale legato alla pandemia e al coronavirus, è quella del buon senso. Così come nessuno di noi, sicuramente, si sognerebbe mai di dormire in un letto sporco o di abitare in una casa malsana anche l’auto rappresenta un fattore di rischio. E come tale deve essere sempre considerata.

Sanificare l’auto, conviene

È per questo che le ultime norme, soprattutto per quanto riguarda le auto pubbliche, taxi ma anche noleggio con conducente, prevedono che il titolare della licenza sia responsabile dell’igiene a bordo del suo veicolo. Una condizione non più necessaria e sufficiente ma indispensabile per garantire la sicurezza e il benessere di chi viene trasportato.

Di igienizzazione e sanificazione dell’auto pubblica si era parlato già almeno una quindicina di anni fa, quando l’Europa si trovò ad affrontare per la prima volta un’epidemia virale. Qualcosa di nemmeno lontanamente paragonabile al dramma che stiamo vivendo oggi e che sulla bocca di tutti. Un evento che, purtroppo, è destinato a segnare le nostre vite anche per il futuro.

Doveri di un’auto pubblica

Chi guida un’auto pubblica, oggi, non deve preoccuparsi soltanto di indossare regolarmente la mascherina chirurgica ma anche di sanificare il proprio mezzo dopo ogni utilizzo. I prodotti in circolazione, ormai distribuiti ovunque in qualsiasi centro commerciale ma anche all’autogrill, prevedono tutta una serie di trattamenti facilissimi e rapidi da eseguire.

Spray a base di soluzioni alcoliche o di cloro servono a scongiurare qualsiasi rischio e, con poco costo, garantiscono il benessere di chi è alla guida e del passeggero.si tratta di un aspetto che non può più essere sottovalutato e che in molti paesi è diventato norma di legge, proprio come nel nostro. Se si vuole mantenere la propria licenza di guida di auto pubblica

nessuno può più ignorare questo aspetto. E se un passeggero dovesse rendersi conto che chi conduce ha trasgredito a queste norme, potrebbe anche scattare una denuncia. È già accaduto.

Auto privato, cosa serve

Quanto alla nostra auto privata non ci sono norme o leggi, se non per l’appunto quella del buon senso. Che ci chiede di guidare in sicurezza e di ospitare all’interno della nostra vettura persone della nostra cerchia familiare, ognuna con la mascherina, in un ambiente che sia quanto più igienicamente corretto.

Se non si vuole ricorrere a numerosi prodotti in commercio, sarà sufficiente diluire in una bottiglia di plastica con un normale spruzzino, come quelle che utilizziamo all’interno della nostra abitazione per le pulizie, un po’ d’acqua e alcol. Si spruzza generosamente all’interno dell’abitacolo, su cruscotto volante sedili e viaggiare sarà più tranquillo e sicuro.

 

Ultima modifica: 23 ottobre 2020