Salone dell’auto si sposta da Torino a Milano

242 0
242 0

Con un colpo di scena che ha scatenato anche diverse reazioni molto risentite, il Salone dell’auto di Torino si trasferisce: quella che si è chiusa a giugno è stata l’ultima edizione ospitata sotto la Mole Antonelliana, la prossima sarà nei nuovi padiglioni della Fiera di Rho a Milano.

Salone dell’auto Milano 

D’altronde era da tempo che si parlava del corteggiamento della Fiera di Milano agli organizzatori del Salone del Parco Valentino: il capoluogo lombardo ha investito moltissimo nei padiglioni di Rho che hanno ospitato l’Expo ma che da ormai diversi anni danno vita anche all’EICMA, la fiera espositiva del ciclo e del motociclo. E se Milano da una parte si è trovata in difficoltà nel settore della Moda perdendo parecchie quote a vantaggio di Parigi, Londra e Berlino, sul fronte automotive questa è indubbiamente un’operazione molto importante.

La conferma del trasferimento a Rho è stata data direttamente dagli organizzatori del salone torinese, e in particolare da Andrea Levy: “Il nostro progetto, da sempre, è quello di portare novità e proprio per seguire questa filosofia abbiamo deciso di allestire la sesta edizione a Milano in stretta collaborazione con l’ACI. Ringraziamo Torino per la collaborazione nel corso di questi cinque anni”. Il Salone dell’Auto di Milano sarà inaugurato il 10 giugno 2020 e aprirà al grande pubblico nel week-end tra 17 e 21 giugno. È presto per dire se l’edizione milanese sarà in grado di andare rosicchiare visibilità agli altri saloni già molto forti come Ginevra, Parigi o Francoforte, ma sicuramente si tratta di uno spunto di grande importanza.

Salone dell’auto, nuova edizione

L’edizione di giugno si è chiusa con 700mila visitatori e la presenza di 54 case in esposizione: Milano avrà un nuovo logo e forse anche un nuovo nome. Intanto la sindaca di Torino Chiara Appendino si dichiara furiosa per la decisione degli organizzatori di voltare le spalle alla città dopo cinque edizioni in crescendo.

Non è escluso che il sindaco possa lavorare insieme al nuovo presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio una qualsiasi soluzione per mantenere un presidio del salone anche a Torino. Ipotesi che per il momento però sembra quanto meno remota.

Ultima modifica: 3 settembre 2019