Rotonda con guida a sinistra: come affrontarla correttamente

314 0
314 0

È un’esperienza: non sempre facilissima, a volte persino un po’ sconvolgente, ma è un’esperienza che prima o poi vale la pena di fare. Affrontare una rotonda con guida a sinistra.

Si definisce guida a sinistra non per la posizione del volante all’interno dell’abitacolo (che per poi è in effetti a sinistra) ma per via del senso principale di marcia, quello che ha la precedenza. Per tutti i paesi cultura anglosassone la guida è a sinistra e il volante a destra, con tutto quello che ne consegue per noi: cambiare marcia con la mano sinistra, controllare negli specchietti retrovisori in modo non abituale.

Rotonda con guida a sinistra, la “roundabout”

I paesi del Regno Unito, e dunque non solo Inghilterra ma anche Scozia, Galles, Eire e Irlanda del Nord guidano a sinistra, così come Australia, Nuova Zelanda e Sud Africa. Ma anche il Giappone. Il primo impatto è indubbiamente singolare: hai la sensazione che il traffico sia impazzito e che tutti ti stiano venendo addosso. Ma c’è anche un aspetto cui gli italiani non sono abituati.

Gli automobilisti anglosassoni, per la verità, sono molto più civili di noi: a Londra in modo particolare, dove il traffico è davvero pazzesco, una gran quantità di pedoni italiani rischia la vita ogni giorno perché non guarda a sinistra, ma a destra. E la stragrande maggioranza degli automobilisti, in particolare i taxisti, si ferma paziente. Chissà se la stessa cosa dovesse accadere qui da noi.

Rotatorie singole e doppie, dare la precedenza ed essere fluidi

Le rotonde – o rotatorie – meritano un ragionamento a parte: gli inglesi le chiamano roundabouts – la nostra rotonda con guida a sinistra – e sono uno snodo nevralgico sia in città che nel traffico provinciale. Le regole della guida a sinistra non sono diverse rispetto alle nostre, agevolare l’inserimento delle auto che devono entrare ma essere consapevoli di avere la precedenza. E dunque non accelerare né frenare di colpo per prendersi il posto in prima fila.  Quando ci si affaccia sulla rotonda arrivando ovviamente dalla corsia di sinistra si dà una rapida occhiata a destra per verificare che non ci siano auto che hanno già impegnato la rotatoria e ci si infila mantenendo la sinistra fino all’uscita alla quale dobbiamo svoltare.

È tutto molto semplice, per la verità non è niente di diverso rispetto a quello che dovrebbe accadere anche da noi solo che tutto è spostato sull’altro lato. La cosa può spiazzare ma basta un po’ di pratica e molta calma. Nel Regno Unito esistono moltissime rotatorie a “otto”: sono in definitiva due rotatorie, ognuna indipendente dall’altra. Attenzione alle sanzioni: quasi tutti i roundabouts sono sorvegliati e chi non rispetta la precedenza viene perseguito ferocemente. Il codice stradale inglese è molto severo e le loro sanzioni sono molto più salate delle nostre.

 

Ultima modifica: 30 ottobre 2019