Ritiro patente per guida con cellulare, quando avviene?

1867 0
1867 0

Le norme che regolano il codice della strada sono chiare: non si può utilizzare il cellulare alla guida a meno che questo non sia in modalità vivavoce o che non si utilizzi l’auricolare, pena il ritiro patente per guida con cellulare.

Ciò significa che il guidatore deve assolutamente avere le mani libere e la sua capacità uditiva non deve essere compromessa né tantomeno limitata con entrambi gli auricolari. Scordatevi quindi di rispondere ai messaggi di testo o controllare i social networks per verificare quanti like abbia ricevuto il vostro ultimo post. Questo gesto tanto semplice e comune potrebbe infatti costarvi molto caro, sia in termini di esborso economico che di perdita di punti fino ad arrivare al ritiropatente per guida con cellulare.

Ritiro patente per guida con cellulare: quando avviene?

Nonostante il regolamento sia molto severo in fatto di utilizzo del telefono cellulare alla guida, secondo le norme attualmente in vigore, il ritiro della patente è previsto solo nel caso in cui il guidatore abbia già commesso questa infrazione e venga nuovamente colto in flagrante.

In questo caso gli agenti preposti possono ritirare il permesso di guida e, in seguito, ne verrà disposta la sospensione per un lasso di tempo che va da trenta giorni a tre mesi.

In base alla riforma del nuovo codice della strada che dovrebbe entrare in vigore alla fine del 2019, tuttavia, le cose potrebbero cambiare. Le nuove regole prevedono infatti il ritiro e la sospensione anche nel caso in cui la violazione sia commessa per la prima volta. Se il guidatore verrà sorpreso con il telefono tra le mani, rischia infatti un ritiro patente per guida con cellulare per un periodo che va da una settimana ad un mese intero.

Non è tutto, oltre a questa misura punitiva è prevista anche una multa che parte da 161 euro e raggiunge un massimo che si aggira sui 1600 euro. Se queste misure possono, da un certo punto di vista, essere ritenute eccessive, è bene tenere presente che sono state rese necessarie da un continuo aumento degli incidenti stradali causati da distrazioni dovute all’uso del cellulare al volante. Nonostante la tendenza sia sempre quella di credere che bastano pochi secondi per controllare il messaggio ricevuto o chi ci stia chiamando, sono proprio questi pochi secondi che potrebbero risultare fatali per noi e per le altre persone sulla strada.

Nel caso in cui sia necessario essere reperibili anche durante il tragitto da percorrere in macchina, è indispensabile abituarsi all’uso del vivavoce o dell’auricolare e, anche se in modalità sicura, è consigliabile limitare l’uso del telefono alla guida, dal momento che rappresenta, in ogni caso, una potenziale fonte di distrazione.

 

Ultima modifica: 31 ottobre 2019