Ritiro patente per alcool: durata del ritiro e sanzioni previste

431 0
431 0

Se non si rispetta il codice della strada le sanzioni, come ben si sa, sono dietro l’angolo. È certamente capitato a tutti di prendere una multa per delle violazioni minori come il transito in zona a traffico limitato o il parcheggio in sosta vietata. La questione diventa molto più seria quando si tratta di infrazioni più gravi, come il superamento del limite di velocità a livelli pericolosi e, peggio ancora, in caso di guida in stato di ebbrezza. Quest’ultimo, data la pericolosità che comporta sia per sé stessi che per gli altri, è pesantemente sanzionato e la multa è corredata dal ritiro e dal conseguente ritiro patente per alcool.

Ritiro patente per alcool: durata del ritiro e sanzioni

Il tipo della sanzione varia a seconda di quanto il tasso alcolemico del guidatore in questione sia superiore rispetto ai livelli stabiliti dal codice della strada. I parametri vengono stabiliti secondo la misurazione del livello di alcol nel sangue attraverso un apposito strumento, l’etilometro.

Come ben si sa, a legge in questo caso non è per nulla tollerante, e le regole sul ritiro patente per alcool sono molto ferree. Il limite massimo consentito dalla legge è dello 0,5. Qualsiasi valore che, in seguito al test dell’etilometro, superi questo dato è sanzionato:

  • Se il livello di alcool nel sangue è tra 0,5 e 0,8 la sanzione può variare dai 500 ai 2000 euro e la sospensione del permesso di guida sarà per un periodo tra i tre e i sei mesi;
  • Se il valore è tra 0,8 e 1,5 la multa si fa più costosa e può partire da una base di 800 euro arrivando fino ad un massimo di 3200 e, oltre alla sospensione della patente per dodici mesi, potrebbe scattare anche l’arresto per sei mesi.

Nei casi più estremi, quando quindi l’alcool per litro di sangue supera l’1,5% la punizione da pagare in denaro varia tra i 1500 euro e i 6000 euro, mentre la sanzione non pecuniaria prevede l’arresto del conducente da 6 mesi ad un anno, la sospensione del documento di guida per due anni nonché il sequestro e la confisca del veicolo.

Le regole in materia di guida sotto l’effetto dell’alcool sono molto rigide, così come le punizioni – come il ritiro patente per alcool – che ne conseguono, ma ciò è necessario dal momento che si tratta di prevenire incidenti spesso evitabili. L’unico modo, per non andare incontro al rischio di incorrere in una delle sanzioni tra quelle sopra citate, è quello di essere prudenti e non mettersi mai al volante quando si assumono alcolici.

Ultima modifica: 14 ottobre 2019