Come rimettere a nuovo la tua moto dopo l’inverno

407 0
407 0

I più temerari – o i veri centauri – sfidano tutte quante le intemperie e la utilizzano anche nei mesi più freddi e piovosi. Ma sono in molti quelli che, in inverno, preferiscono viaggiare stando comodamente seduti sulla propria auto e lasciano la moto ferma a svernare in garage. Per questi ultimi, quando la primavera fa capolino e la natura si risveglia, c’è un compito importante da svolgere. Prima infatti di risalire in sella, occorre fare un minimo di manutenzione. Occhio anche alla burocrazia, soprattutto se si è deciso di optare per le assicurazioni stagionali.

Un check-up è d’obbligo

I mesi più propizi per utilizzare la moto, è inutile negarlo, sono quelli primaverili ed estivi, inutile negarlo. E’ anche un fatto di sicurezza: con la bella stagione, le giornate sono più lunghe – e dunque le ore di luce sono più numerose – l’asfalto non è gelido e ghiacciato, (anche se talvolta è rovente), le piogge e, soprattutto le nevicate, sono decisamente infrequenti. Pertanto, se si decide di non utilizzare il proprio veicolo due ruote durante la stagione più rigida, non si deve pensare di essere una “mosca bianca”, anzi. Al contrario, si tratta di una scelta più che condivisibile.

Detto questo, quando la bella stagione torna a bussare, quando il sole inizia a spendere in cielo con fare deciso e quando la voglia di rimettersi in sella non può più aspettare di essere soddisfatta, il primo passo da fare è un controllo completo e accurato della propria moto. Come sempre, meglio affidarsi in mani esperte: il meccanico di fiducia si occuperà infatti di fare tutti i controlli del caso, e pertanto si potrà viaggiare sicuri.

Ovviamente il check-up completo costerà qualcosa, perché probabilmente, poiché la moto è ferma da un po’ occorrerà fare qualche sostituzione e comunque pagare la mano d’opera. Ma quando si tratta di sicurezza, ne vale sempre la pena.

Le ali sotto i piedi

Dunque, prima di iniziare a scorrazzare sulla propria moto, meglio far controllare le gomme, la batteria, i freni, le luci e quant’altro il meccanico di fiducia riterrà utile. Inoltre, se si è optato per la sospensione della polizza assicurativa, meglio recarsi per tempo presso la propria Compagnia e riattivare il tutto.

Un altro aspetto da verificare è l’abbigliamento – è ancora in ordine? – e, soprattutto, il casco: siete sicuri che non sia scaduto e che non sia ora di sostituirlo?

Ultima modifica: 2 aprile 2019