Ricalibratura ADAS, come eseguirla correttamente con Carglass

818 0
818 0

Ricalibratura ADAS, gli interventi sono quasi triplicati negli ultimi 3 anni. Carglass – leader della riparazione e sostituzione dei cristalli per auto e dal 2017 attivo anche nel mercato della carrozzeria – registra, infatti, una crescita del 174% 2019 vs. 2017 degli interventi di “ri-settaggio” delle telecamere collegate agli ADAS (sistemi avanzati di assistenza alla guida) a fronte di un intervento di sostituzione del parabrezza. 

Quando si sostituisce un parabrezza, su cui sono montate le telecamere collegate ai sistemi di assistenza alla guida, è necessario effettuare un intervento definito di ricalibratura per riportare le telecamere stesse all’allineamento originario, così come prescritto dalla casa costruttrice. Ogni minima variazione di inclinazione del vetro rispetto all’assetto pre sostituzione, infatti, potrebbe alterare la visione da parte della telecamera e rendere i sistemi di assistenza alla guida non correttamente funzionanti, o peggio, potenzialmente dannosi per la sicurezza dell’automobilista. Una telecamera non ritarata può vedere un ostacolo ad una distanza non reale e quindi indurre il veicolo ad una fermata di emergenza nel momento sbagliato o, per citare un altro caso, può non misurare correttamente la tenuta di corsia.

Carglass®, la prima azienda del settore a dotarsi delle tecnologie necessarie per la ricalibratura, esegue l’intervento in conformità con i manuali delle case automobilistiche attraverso uno strumento di diagnostica che, dialogando con la centralina elettronica del veicolo, replica la taratura originale delle telecamere senza intaccare altri parametri elettronici importanti, come ad esempio quelli legati al funzionamento del motore. 

Ecco, passo dopo passo, come viene effettuata una corretta ricalibratura statica (con veicolo fermo) dai tecnici : 

  1. Dopo aver individuato l’esatto modello della vettura e i sistemi avanzati di assistenza alla guida che hanno telecamere montate sul parabrezza, si seleziona il pannello di ricalibratura corretto, diverso per ogni auto, e si monta sul Camera-and Sensor-Calibration-Tool (CSC), lo strumento professionale di ricalibratura composto da un supporto centrale, da una barra di regolazione e da testine di misura laser.
  2. Si mantiene in carica la batteria dell’auto, così che si possano interrogare le sue centraline interne e si collega lo speciale dispositivo diagnostico alla porta On-board diagnostics (OBD), il connettore del sistema di gestione della vettura.
  3. Sul dispositivo diagnostico, si selezionano la marca e il modello del veicolo.
  4. Si verifica lo stato del veicolo per assicurarsi che esso sia in condizioni di “vedere” il pannello di montaggio e che sia stabile e perpendicolare al terreno, controllando le condizioni degli pneumatici e delle sospensioni.  
  5. Si posiziona il Camera-and Sensor-Calibration-Tool di fronte al veicolo, assicurandosi che sia alla distanza corretta prevista dal sistema di ricalibratura. 
  6. Successivamente, si montano i supporti laser sulle ruote anteriori e posteriori per effettuare centrature sempre più precise puntandoli sulla barra centimetrata del Camera-and Sensor-Calibration-Tool.
  7. Realizzato il corretto posizionamento del Camera-and Sensor-Calibration-Tool parallelamente all’asse della vettura, si regola l’altezza del pannello di ricalibratura. 
  8. A questo punto, è possibile avviare il processo di ricalibratura, seguendo le istruzioni del dispositivo.
  9. Il dispositivo diagnostico conferma il successo dell’operazione di ricalibratura.

La ricalibratura viene svolta nei centri Carglass presenti in tutta Italia in seguito ad un intervento di sostituzione al parabrezza. È possibile trovare il centro Carglass più vicino direttamente sul sito  o telefonando al numero verde 800 360 036.

Ultima modifica: 9 gennaio 2020

In questo articolo