Quiz patente: come superarlo al primo colpo

17026 0
17026 0

Conseguire la patente di guida è un passaggio obbligatorio dall’adolescenza all’età adulta. Un passaggio che in molti sognano già prima di compiere i fatidici 18 anni. Il percorso per ottenere la tanto desiderata patente di guida non è breve, ha i suoi passaggi e scadenze obbligatorie.
Prima di tutto, si dovrà superare l’esame teorico superando un apposito quiz patente, poi si dovrà richiedere il ‘foglio rosa’ con il quale potrete sostenere la pratica.
Ma prima di tutto, dovrete decidere se seguire la strada da privatista oppure affidarvi a una scuola guida.

Esame da privatista

Da privatista potrete prepararvi all’esame in completa autonomia e una volta pronti, presentarvi alla sede della Motorizzazione Civili per dare l’esame.

Esame presso una Scuola Guida.

Se da privatista sarete più liberi, affidandovi a una Scuola Guida avrete alcuni bonus che vi aiuteranno a prepararvi al meglio all’esame teorico per la patente. Iscrivendovi a una Scuola Guida, eviterete di fare l’incombenza della parte burocratica a cui penserà la stessa Scuola Guida. Inoltre vi sarà fornito l’occorrente per lo studio: il libro di teoria e uno di simulazione dei quiz ministeriali. Dovrete seguire anche delle lezioni di teoria da parte degli istruttori certificati. Le lezioni generalmente sono della durata di 1 ora a settimana, dove sarete preparati a dovere sul codice della strada e sui vari comportamenti da adottare per guidare in tutta sicurezza.

Come si svolge l’esame? E gli errori per non rischiare la bocciatura?

I quiz che troverete sulla scheda per l’esame sono modificati ogni anno e sono elaborati e rilasciati dal Ministero dei Trasporti. Il quiz patente si compone di 40 domande totali (2 per ogni argomento primario e 1 per quelli secondari) per 30 minuti di tempo. Alla fine con meno di 5 errori potrete passare alla seconda fase per conseguire la patente di guida. L’esame di guida.

A questo punto la fatidica domanda da 1 milione di dollari: Come riuscire a superare il test patente al primo colpo? Bella domanda. Nessuno di noi possiede la bacchetta magica ma studiando seriamente e seguendo alcuni piccoli consigli riuscirete nell’impresa.

Quiz patente: da dove iniziare? Eccovi alcuni consigli 

  • Tranquillità e concentrazione quando dovete risolvere i quiz.
  • Nessuna fretta nel rispondere alle domande. Leggete bene la domanda e cercate di arrivare alla soluzione ragionando. La fortuna vi può aiutare una volta ma non sempre.
  • Controllate la spiegazione degli errori fatti e rivedete le parti incriminate non appena avete terminato i quiz.
  • Chiedere al proprio istruttore oppure a qualcuno esperto in caso di forti dubbi.

Studiare, studiare e studiare per il quiz patente

Il quiz patente non è assolutamente da prendere alla leggera, rinviando lo studio di giorno in giorno oppure facendo i quiz tanto per farli. Perderete solo del tempo e rischierete di essere bocciati. Ovviamente anche stare 24 ore su 24 chini sui libri e fare i test in maniera convulsiva non vi porterà agli esiti sperati. In ogni azione, serve moderazione. Se vi accorgete di sbagliare sempre le solite domande, forse è il caso di riprendere quei determinati argomenti e studiarli con maggiore attenzione.

Come organizzarsi?

Dipende tutto da noi, dal nostro metodo di studio e dal tipo di esame: Privatista o Scuola Guida.
In precedenza abbiamo esaminato le piccole differenze tra privatista e Scuola Guida per quanto riguarda le norme di iscrizione e altro ma anche se nel primo caso siamo più liberi nell’organizzazione dello studio, si corre maggiormente il rischio di distrazioni e di fare più fatica a comprendere determinati argomenti. Discorso differente per quanto riguarda la frequentazione di una Autoscuola. In questo caso si ha una carta in più da giocare ovvero la presenza dell’istruttore e delle lezioni. Però tra una lezione e l’altra, ricordatevi sempre di ripassare gli argomenti trattati in precedenza e in caso di dubbi, vi consiglio di segnarveli per chiedere poi le dovute delucidazioni al vostro istruttore.

Altri consigli per superare i quiz patente?

Forse questo. Non iniziate a fare le prove dei quiz se non avete ancora aperto il libro della teoria. Prima è meglio studiare qualche capitolo poi potrete dedicarvi ai test. Inoltre vi consiglio, inizialmente, di fare i test in base agli argomenti che avete già studiato, così da evitare di imbattervi in domande su argomenti ancora sconosciuti.

Quando effettuare il test patente

Passiamo ora alla parte riguardante la simulazione dei test. Abbiamo il libro dei test e su internet possiamo trovare diversi siti che offrono simulazioni online dell’esame con timer, verifica e spiegazioni degli errori.

Attenzione alle domande trabocchetto! In questi casi si possono trovare diversi trucchetti per superare lo scoglio di queste domande ma l’unica soluzione è quella di leggere attentamente e ragionare con calma per trovare la soluzione giusta. I trucchetti sono difficili da ricordare e realisticamente parlando possono anche farvi sbagliare nel rispondere alla domanda.

Avete trascorso intere giornate a studiare e a sostenere simulazioni dell’esame e adesso? Adesso dovrete solo decidere quando dare l’esame. Se avete frequentato il corso in una Autoscuola, sarà il vostro istruttore a decidere quando sarete idonei a sostenere il tanto sospirato esame, nel caso da privatista, invece la decisione spetterà solo a voi ma ricordatevi questo: In caso di bocciatura dovrete attendere 1 mese prima di ripresentarvi. E tutto deve essere fatto entro i 6 mesi di validità del foglio rosa. Quindi non aspettate di dare l’esame a ridosso del termine dei 6 mesi, altrimenti rischiate (Sempre in caso di bocciatura) di dover riiniziare tutto da capo. E questo significa essere costretti a ripresentare la documentazione con successive spese per richiedere il rilascio del foglio rosa per così ripete l’esame di teoria per la patente.

In conclusione non esistono strade facili o scorciatoie per superare la prima prova per la patente. Possiamo affidarci a semplici consigli come quelli proposti ma tutto dipenderà da voi e dalla determinazione che avrete nel superare il test. Ricordiamoci inoltre che una volta conseguita la patente, saremo responsabili del nostro modo di guidare, della nostra sicurezza personale e della sicurezza degli altri utilizzatori della strada siano essi altri automobilisti, ciclisti, motociclisti e pedoni. La sicurezza prima di tutto.

Ultima modifica: 24 luglio 2019