Quando si accendono i fari anabbaglianti

158 0
158 0

Gli automobilisti con tanti anni di esperienza lo fanno in automatico (e a volte sbagliano), mentre per coloro che sono alla prese con la “conquista” della patente non è per nulla scontato: come e quando si utilizzano gli anabbaglianti?

Anabbaglianti: quando accenderli?

Sono in tanti, tantissimi gli aspiranti patentati che durante la prima prova dell’esame della patente – il cosiddetto quiz – cadono sulle domande legate all’utilizzo delle luci. Sono infatti in molti a ritenere che si possano utilizzare i fari abbaglianti anche nei centri città e sono in moltissimi ad avere le idee piuttosto confuse circa l’utilizzo degli anabbaglianti: si accendono solo di notte oppure anche di giorno? Sostituiscono le luci di posizione oppure ad esse si sommano? In caso di nebbia, che come ci si deve rendere visibili? Il problema della gestione delle luci riguarda molto da vicino l’utilizzo degli anabbaglianti. E allora, chiariamolo una volta per tutte: come si gestiscono i fari anabbaglianti?

I fari anabbaglianti, secondo il Codice della Strada, devono essere obbligatoriamente accesi quando si viaggia fuori dai centri urbani. Il che significa che su tutte le strade statali, provinciali e su tutta la rete autostradale è obbligatorio procedere con gli anabbaglianti bene accesi. Anche di giorno. Sì, proprio così: anche con il sole, anche nelle ore più luminose, gli anabbaglianti devono restare accesi. Naturalmente, poi, andranno accesi nei centri urbani (qui non corre l’obbligo delle luci nelle ore diurne, a meno che non si viaggi su due ruote) nelle ore notturne e in tutte quelle situazioni in cui vi è scarsa visibilità, nebbia in primis. In caso di nebbia, comunque, meglio accendere anche i fendinebbia: si sarà più visibili, a tutto vantaggio della sicurezza propria e altrui.

Altre luci

Dunque gli anabbaglianti rappresentano un po’ il giusto mezzo, la luce a cui non si deve rinunciare quando si viaggia fuori città. Va però specificato, che quando si accendono gli anabbaglianti, devono essere contemporaneamente accese anche le luci di posizione – certamente meno forti, ma anch’esse utili – e le luci che illuminano la targa.

Naturalmente si tratta di operazioni piuttosto veloci: nelle automobili di ultima generazione, sarà sufficiente impostare l’impostazione automatica e l’automobile, senza necessità di ulteriori input, imposterà le luci necessarie alla specifica situazione. Facile e sicuro.

Ultima modifica: 4 dicembre 2018