Quando scegliere il ricircolo aria in auto

630 0
630 0

Il ricircolo aria dell’auto è a dir poco fondamentale per viaggiare in sicurezza: soprattutto in tempo di pandemia, poter contare su un ricircolo dell’aria efficiente significa poter viaggiare in un ambiente salubre, in cui respirare bene, senza fatica. Nell’auto, infatti, si possono accumulare un sacco di germi e batteri in grado di compromettere il viaggio. Sembra un’affermazione estrema, eppure è proprio così: quale viaggio può essere sicuro se si inizia a starnutire in continuazione, per via dell’accumulo di polvere, polline e più in generale sporcizia nell’abitacolo dell’auto?

D’altro canto, basti pensare ai materiali contenuti in un qualsiasi veicolo per capire quali sono i rischi: i tessuti del sedili – spesso in velluto, oppure in alcantara – i tappetini – classico ricettacolo di polvere e non solo, basti pensare che su di essi si poggiano le scarpe – il cruscotto, sono davvero dei catalizzatori di sporco. E allora che cosa fare?

L’igiene continua 

Per prima cosa, per evitare che nell’auto si accumuli tutto lo sporco possibile, è buona norma lavare l’auto – anche gli interni – con una certa frequenza. Non occorre per forza essere dei maniaci del pulito, ma non si deve nemmeno procrastinare: passare un panno umido sul cruscotto per togliere la polvere, aspirare i sedili e i tappeti, di sicuro migliorerà le condizioni di salubrità dell’abitacolo.

È sempre bene provvedere a lavare anche gli esterni: la polvere che si accumula sulla carrozzeria, in un attimo si troverà di nuovo all’interno dell’auto. Per provvedere alla pulizia, non si deve per forza ricorrere a lavaggi specializzati: anche nel proprio box o cortile si può fare già molto. Fatto questo, l’altro punto fondamentale riguarda il ricircolo dell’aria. Vediamo nel dettaglio.

Occhio ai filtri dell’aria 

Il ricircolo dell’auto andrebbe sempre chiuso in tutte quelle situazioni in cui l’aria all’esterno dell’abitacolo è particolarmente sporca. Basti pensare alle gallerie per avere ben chiaro lo scenario. Detto questo, i filtri del ricircolo, così come ogni altra parte dell’auto, devono essere tenuti in ottimo stato di manutenzione. È dunque bene tenerli sempre ben puliti e monitorati, onde evitare accumuli di batteri, virus, e germi spesso non visibili a occhio nudo.

Ultima modifica: 26 agosto 2021