Quando scegliere l’assicurazione stagionale per l’inverno

265 0
265 0

Tutti i veicoli per circolare nelle strade pubbliche devono essere per Legge assicurati contro eventuali sinistri stradali. Le compagnie assicurative offrono una copertura annuale ma per chi utilizza l’auto o la moto in determinati periodi dell’anno è un salasso. Quindi che cosa fare in questi casi particolari? Diciamo che la soluzione è offerta dalle stesse compagnie assicurative – non tutte però – che oltre alla tradizionale assicurazione RC auto o moto annuale, offrono quelle stagionali o temporanee, a causa dei maggiori costi. Stesso funzionamento di quelle tradizionali. A fronte del pagamento del premio, il proprio veicolo sarà assicurato per il periodo della sottoscrizione del contratto. In caso di incidente poi, la compagnia assicurativa coprirà – come da contratto – tutti i danni riportati dai terzi entro i massimali stabiliti.

Assicurazioni stagionali: le diverse tipologie

Queste particolari assicurazioni si suddividono rispettivamente in:

  • Assicurazione giornaliera
  • Assicurazione mensile
  • Assicurazione trimestrale
  • Assicurazione semestrale

Assicurazione stagionale per l’inverno

A chi sono rivolte queste speciali assicurazioni? I primi che ci vengono in mente sono quei possessori di veicoli che per diverse esigenze utilizzano l’auto o la moto solo esclusivamente in determinati periodi dell’anno come ad esempio i mesi invernali. Però l’assicurazione stagionale potrebbe andare incontro anche alle esigenze degli amanti delle due ruote: infatti, nei mesi di bella stagione – estate e primavera – si è maggiormente propensi a spostarsi e viaggiare in motocicletta, al contrario nel periodo freddo – autunno e inverno – dove la maggior parte dei motociclisti decide di mettere a riposo la motocicletta. A questo punto, la soluzione sarebbe quella di utilizzare due assicurazioni stagionali: una per la motocicletta (estate e primavera) e una per l’auto (autunno e inverno).

I costi di un’assicurazione stagionale

In merito ai costi, dicevamo che queste particolari assicurazioni non sono molto convenienti se messe a confronto con quelle tradizionali, infatti, più è breve il periodo assicurativo e più si paga. Il calcolo del premio è uguale per tutte le quattro categorie, ed è calcolato su base annuale, conteggiando diversi fattori come il premio che si dovrebbe pagare annualmente e poi:

  1. La classe di merito del proprietario del veicolo
  2. L’età del proprietario
  3. La Regione di residenza
  4. La cilindrata del veicolo da assicurare

In più si dovrà aggiungere una quota fissa (15%) del premio annuale alla tipologia di polizza da voi scelta. Nel caso sceglieste quella giornaliera, i costi saranno alti ma si potranno ammortizzare con le altre polizze.

 

Ultima modifica: 11 ottobre 2021