Quando cambiare le gomme moto

207 0
207 0

Le gomme dei mezzi di trasporto sono molto importanti per la nostra sicurezza stradale ed è per questa semplice ma vitale ragione che oltre a scegliere quelle più adatte al nostro modello di moto, bisogna eseguire i dovuti controlli sullo stato d’usura. Quando cambiare le gomme moto? Quest’articolo cercherà di rispondere al meglio a questo interrogativo.

Cosa ricordare prima di iniziare a cambiare le gomme moto

Iniziamo con il ricordare quanto prevede il Codice della Strada riguardo allo spessore minimo dei battistrada. Misure che si differiscono tra autovetture e motociclette. Mentre per i battistrada auto lo spessore minimo è di 1,6 millimetri quello per le motociclette varia da un massimo di 1 millimetro a un minimo di 0,5 millimetri per i ciclomotori. Sotto queste soglie si è a rischio sanzioni amministrative. Sanzione salata.

Come riconoscere lo stato di usura dei nostri pneumatici? In questo specifico caso, ci vengono in aiuto gli indicatori di usura. Si tratta di semplici bannette in rilievo poste dalla maggior parte dei produttori di pneumatici, sul fondo dei solchi principali. Basterà semplicemente osservare l’usura di questi particolari indicatori, per farsi un’idea sullo stato di salute dei pneumatici. In casi estremi, si ricorrerà alla sostituzione, anche perché le gomme usurate non garantiscono un adeguato livello di sicurezza stradale, in particolare, in caso di piogge o di asfalto bagnato.

La durata dei pneumatici, da cosa dipende?

Dipende da molti fattori esterni come, ad esempio: la temperatura esterna, se facciamo o no manutenzione, il carico e la velocità di percorrenza. Inoltre, anche la pressione degli stessi influisce molto sulla durata come lo stile di guida.

Ma, più di tutto, i controlli periodici possono allungare la vita ai nostri pneumatici. Controlli che si possono compiere in ‘fai da te’, ogni settimana, per cercare eventuali anomalie che potrebbero compromettere l’integrità delle gomme moto. E, circa ogni 2 o 3 mesi, un controllo approfondito dal gommista di fiducia, non sarebbe male.

I pneumatici vanno cambiati:

  1. In caso di foratura. Diciamo che il caso più comune e, di solito, sarà il gommista a decidere come operare o con una semplice riparazione, oppure con la sostituzione;
  2. Superato il limite legale di usura. Anche qui il gommista vi sarà di grande aiuto, consigliandovi i pneumatici più adatti a voi;
  3. Invecchiamento. Anche se è difficile stabilire una data esatta, possiamo indicare una durata media dai 3 ai 5 anni ma dipende sempre dal modello e dal produttore. Ricordatevi che la sicurezza passa dalle gomme.

Ultima modifica: 15 gennaio 2020