Quale patente serve per la licenza taxi?

759 0
759 0

Non si tratta di un piano B, ma di una scelta più che consapevole: non sono in pochi, infatti a desiderare di poter svolgere la propria professione lavorativa a bordo di un’auto, di un taxi per la precisione. Certo tassisti non ci si improvvisa e per potersi guadagnare la licenza taxi sono necessari alcuni importanti requisiti. La pazienza e la tolleranza al traffico sono alcuni di questi ma – come penserà chi vive in città particolarmente accorsate dai turisti, anche qualche parola in inglese non dovrebbe guastare.

Ma, ancor prima del cliente inglese, serve un altro importante riconoscimento: la licenza di guida. In altre parole ci stiamo chiedendo: quale patente è necessaria per guidare il taxi? Continuate a leggere e lo scoprirete.

Patente di guida: documento necessario

Lo abbiamo anticipato: per poter guidare un taxi, oltre a doversi procurare (anche in affitto) la necessaria licenza taxi per poter circolare ed esercitare la professione in serenità, è indispensabile un altro importante adempimento (diciamo burocratico): occorre essere in possesso di una licenza di guida. E poiché nella stra grande maggioranza dei casi i taxi sono auto – anche, eventualmente, a sette posti – prepoteri condurre è necessaria – ma anche sufficiente – la patente B.

Ne consegue che bisogna essere maggiorenni, che occorre essere incensurati e che bisogna aver conseguito la patente B. Poi, se si decide che quello del driver è un business che fa al proprio caso e si vuole estendere la patente in modo da poter essere abili a guidare anche un piccolo pullman (più di nove posti) lo si può fare: ma prima di intraprendere questa strada, meglio verificare le possibilità di lavoro nella propria area di azione.

Licenza taxi: una tutela per tutti 

Quella del tassista è una professione delicata: chi guida un taxi trasporta gente e pertanto devono esserci tutte le condizioni affinché questo trasporto avvenga in sicurezza. Ecco perchè un ruolo chiave è rivestito dai documenti in possesso di colui che il taxi lo guida: la licenza di esercizio e la patente idonea rappresentano una sorta di evidenza oggettiva sia pe chi viene trasportato – che sa cdi mettersi nelle mani giuste – sia per colui che trasporta – che può dimostrare di avere le competenze. ecco perchè non è sempre corretto demonizzare la richiesta di documenti da parte delle istituzioni: in alcuni casi, la burocrazia tutela la popolazione.

Ultima modifica: 27 giugno 2019