Qual è costo della revisione auto

4444 0
4444 0

 

La revisione auto è obbligatoria per legge, ed infatti attraverso questo controllo periodico si determina l’efficienza del veicolo. Si controlla appunto l’efficienza, il rumore e la percentuale di inquinamento. Sono obbligati a revisione tutti i veicoli con una scadenza che dipende dalla tipologia e dall’anno di immatricolazione. Con la revisione si garantisce anche l’opportuno controllo per quanto riguarda la sicurezza. Si può effettuare la revisione seguendo due opzioni: andare direttamente alla motorizzazione civile, oppure si possono scegliere in alternativa le circa 8000 officine autorizzate.

In contemporanea alla revisione, ormai da anni, si dovrà procedere anche al controllo del gas di scarico che invece prima avveniva annualmente. Si può parlare anche di revisione straordinaria: tale tipologia di controllo si effettuerà solo su disposizione della motorizzazione a seguito di qualche incidente e servirà per la verifica di eventuali danni al veicolo che potrebbero comprometterne la sua normale e sicura circolazione.

Quando e come fare la revisione auto

Argomento sicuramente interessante e sempre in continuo divenire, è quello della revisione dell’auto. In continuo divenire perché, il codice della strada, in particolare negli ultimi anni, ha subito una serie di modifiche spesso ignorate dai più. Bisogna infatti prestare molta attenzione alla scadenza della revisione perché una semplice dimenticanza potrebbe costare cara, di sicuro più dello stesso controllo. E allora quando fare la revisione? Intanto per chiarezza di informazione è necessario distinguere tra auto nuove che quindi devono procedere alla prima revisione, e auto che invece si devono sottoporre alle revisioni successive.

Per la prima revisione fa fede l’anno e il mese della prima immatricolazione: si dovrà effettuare infatti il controllo a scadenza di quattro anni nello stesso mese in cui è avvenuta l’immatricolazione. Se non sopraggiungono revisioni straordinarie, la scadenza pertanto per la revisione di un’auto nuova è a quattro anni dall’acquisto.

Diverso è il discorso per le revisioni successive per le quali invece la scadenza è biennale. La revisione è invece annuale per le auto adibite al noleggio, oppure in servizio come taxi e persino per le ambulanze.

Diventa a questo punto interessante capire come fare la revisione. E’ una procedura abbastanza semplice che può essere eseguita personalmente oppure affidandosi alle tante agenzie di pratiche auto che si occupano appunto di questo settore offrendo tutti i servizi previsti. Per poter revisionare la propria auto intanto è necessario produrre una semplice richiesta o agli uffici della motorizzazione civile, qualora si volesse optare per tale servizio, oppure all’officina autorizzata scelta, se invece si decidesse di rivolgersi ad un privato.

E’ chiaro in ogni caso che scegliere gli uffici della motorizzazione civile o affidarsi ad un’officina autorizzata fa oscillare anche il prezzo del controllo.

Cosa fare in caso di revisione auto scaduta

Nonostante tutti gli accorgimenti che possiamo adottare è molto frequente dimenticare la revisione dell’auto. Addirittura anche la stessa motorizzazione e le officine autorizzate si sono attrezzate ormai con delle segnalazioni per i clienti per ricordare l’imminente scadenza del controllo. Capita così di trovarsi un sms o una semplice lettera che ci ricorda la revisione del nostro autoveicolo.

Se ci si dovesse accorgere tuttavia di avere la revisione scaduta, la prima cosa da fare è pensare di provvedere nell’immediato visto che è vietato circolare senza questo importante bollino. Guai infatti se a verificare la nostra dimenticanza è un controllo di routine delle forze preposte che dovrà fin da subito procedere con tutte le sanzioni del caso.

Se la revisione è scaduta e si è proceduto alla prenotazione del controllo, la legge però ammette una deroga: si potrà circolare con l’auto solo nel giorno in cui dovrà essere eseguita la revisione medesima. Non si potrà quindi in alcun modo circolare precedentemente al giorno del controllo.

Sanzioni per revisione auto scaduta

Bisogna subito chiarire che la revisione dell’auto è un obbligo di legge e quindi la trasgressione prevede delle sanzioni. Se il possessore dell’auto si accorge per tempo della dimenticanza, gli basterà non circolare fino al giorno del controllo per non incappare in alcuna sanzione.

Quando invece la revisione scaduta sarà accertata dalle autorità preposte, polizia e carabinieri in primis, allora le sanzioni sono diverse. Intanto il primo e più immediato provvedimento è la sanzione amministrativa.

La sanzione amministrativa prevede il pagamento di una somma compresa tra 169 e 679 euro. Se poi la dimenticanza della revisione è reiterata allora la sanzione si raddoppierà. Naturalmente a fronte dell’avvenuto accertamento e della prevista sanzione, si bloccherà anche la circolazione del veicolo.

Costo revisione auto

Come già accennato sopra, il costo revisione auto differisce se la si effettua presso gli uffici della motorizzazione civile oppure presso un’officina autorizzata.

Presso la motorizzazione si dovrà compilare il modello MC 2100 a cui allegare il versamento di 45,00 euro sul conto corrente 9001. Il bollettino precompilato è possibile trovarlo sia negli stessi uffici della motorizzazione sia in un qualsiasi ufficio postale.

Presso un’officina autorizzata invece il costo revisione auto sarà leggermente superiore: 66,88 euro.

  • a Gpl e a metano

Per quanto riguarda la revisione di auto a Gpl è bene sapere che le bombole non sono sottoposte ad alcun controllo, ma andranno sostituite per sicurezza ogni 10 anni dal primo utilizzo. Qui i costi sono variabili anche perché in un arco di tempo relativamente lungo non si può certo stabilire delle somme standard.

Diverso è invece il caso dell’auto a metano in quanto il controllo della bombola è soggetto a diverse scadenze comprese tra i quattro e i cinque anni. Anche qui i costi sono piuttosto quelli della manodopera per la sostituzione che non per la revisione.

  • a benzina e diesel

Per tale tipologia di auto i costo della revisione non subisce alcun rincaro, ma le somme precedentemente indicate rimangono inalterate.

Costo della revisione per auto storiche

Gli autoveicoli storici o per meglio definirli di interesse storico e collezionistico sono inquadrati in una tipologia particolare che è quella dei veicoli atipici. Per le auto storiche inquadrate in questa particolare tipologia di veicolo, la revisione andrà fatta ogni due anni; mentre per i costi rispetto ad un’auto che non risulta iscritta nel registro dei veicoli atipici non c’è alcuna differenza se non sempre quella relativa alla scelta della motorizzazione civile o dell’officina autorizzata.

 

Ultima modifica: 16 marzo 2017