Quad automatico: come guidarlo in sicurezza

140 0
140 0

C’è una regola fondamentale, indipendentemente da quale sia il modello o la cilindrata: il quad si guida in piedi. E c’è una postilla anche: il quad automatico su fuoristrada è quel qualcosa di più vicino alla perfezione. Immaginate per esempio di trovarvi su un percorso sabbioso, in bilico su una duna, con l’esigenza di cambiare marcia.

Con un cambio manuale la caduta, il ribaltamento sono scontati, a meno che non abbiate la rapidità manuale di un prestigiatore e un sangue freddo da professionista scafato e navigato. Un quad automatico vi riporta a casa anche se siete poco più che dei principianti.

Quad automatico: cosa sapere

Fatta questa premessa, le cose non cambiano poi tanto tra un quad automatico e uno con cambio manuale. L’assenza di una frizione è ormai adottata da tutte le case produttrici, perché il quad automatico ha conquistato tutti gli appassionati del settore, proprio per la sua versatilità e praticità sui percorsi più difficili, senza nulla togliere al piace di una guida off road. Il principio per una guida sicura resta immutato: è fondamentale saper bilanciare e spostare il peso del corpo a seconda del percorso, che ci si trovi in salita o in discesa, in curva o su rettilineo.

Bisogna saper guidare come se ci si trovasse in moto, con l’unica differenza che il piede a terra non va mai poggiato: il rischio più ricorrente è rimetterci caviglie e polpacci con le ruote posteriori. E’ vero che si sta in sella come su una moto, ma bisogna sterzare come se ci si ritrovasse alla guida di un’auto.

Quad automatico su strada

Spesso si considera il quad automatico un motociclo poco adeguato per la guida su strada, perché, avendo delle sospensioni morbide e pneumatici a bassa pressione, non garantirebbe un’ottima aderenza all’asfalto. Probabilmente la considerazione è legata a esperienze di guida su percorsi con un’alta densità di curve, dove se manca quel pizzico di malizia alla guida, le difficoltà sono tante.

A differenza di moto e auto, con il quad automatico bisogna frenare in prossimità della curva, ma senza abbandonare completamente l’acceleratore. Si entra con un po’ di controsterzo, perché l’impennata laterale viene quasi spontanea, ma il segreto è sempre nella giusta postura. Grazie alla presenza del cambio automatico, il controllo del peso diventa l’unico vero problema di guida, assieme a un dosaggio consapevole del gas. Questione di esperienza e di qualche caduta con le giuste protezioni.

Ultima modifica: 9 gennaio 2019