Come proteggere l’auto dai furti: consigli utili

1127 0
1127 0

Nell’eterna disfida tra guardie e ladri, la particolare battaglia per proteggere le nostre auto dalle attenzioni degli infaticabili “soliti ignoti” è forse una di quelle più appassionanti.

Qui di seguito vi offriamo alcuni spunti che forse potranno esservi utili a difendere la vostra quattro ruote dagli attacchi sempre più sfrontati, astuti e tecnologici dei ladri di macchine.

Prevenzione dai furti auto: cosa sapere

Ecco un consiglio che può essere utile: mai lasciare la vettura con le chiavi nel quadro e il motore acceso. Per quanto possa sembrare incredibile, molti furti d’auto avvengono proprio a causa di questa elementare distrazione. “Scendo un attimo a prendere le sigarette, tanto cosa può succedere in un minuto?”. Per l’appunto: in appena un minuto dei ladri professionisti ti possono portare via la macchina.

Ricordate di non lasciare aperti il tettuccio o i finestrini. Per i ladri d’auto, soprattutto per quelli che lo fanno di mestiere, si tratta infatti di un invito a nozze. Perché mai dovreste facilitargli il “lavoro”?

E’ sconsigliatissimo lasciare l’auto in parcheggi fuori mano o non custoditi. Se è possibile, è molto meglio servirsi di un garage che sia a pagamento e dotato di sorveglianza, soprattutto nelle ore notturne. Infine, se vi fermate in un bar o al ristorante, abbiate cura di non appoggiare in giro le chiavi della macchina: in quelle circostanze distrarsi è molto facile e i ladri possono approfittarne. È decisamente più prudente infilarle in tasca prima di entrare, non si sa mai.

Altri consigli utili

Il micro-tamponamento di solito avviene su strade fuori mano e fuori città, quelle dove c’è poco traffico. Il meccanismo è semplice: la macchina dietro di te ti tampona in maniera leggera e si suppone che tu ti fermi per accertare il danno ed eventualmente metterti d’accordo con l’altro automobilista per una constatazione bonaria. Il nostro consiglio è di non fermarsi, per quanto l’istinto ci dica di fare l’opposto. Si tratta infatti di un espediente che spesso viene usato per indurre la vittima a scendere dalla sua vettura, dopodiché portargli via l’auto è facilissimo, soprattutto se i ladri sono in due o più, il che accade quasi sempre.

Se dovete andarvene da casa per un po’, per esempio in vacanza, e lasciate l’auto parcheggiata in strada, abbiate cura di non lasciare in bella mostra sui sedili degli oggetti che possano attirare l’attenzione dei topi d’auto.

Naturalmente, al fine di evitare il furto dell’auto, è una buona cosa proteggere la propria vettura con sistemi antifurto meccanici, satellitari o elettronici.

Per quanto riguarda quest’ultimo punto, forse la scelta migliore è quella dell’antifurto meccanico, per esempio il classico bloccasterzo.

Gli antifurto elettronici, infatti, possono essere aggirati con contromisure dello stesso tipo, oggi disponibili sul mercato al prezzo di pochi euro, si pensi per esempio ai cosiddetti “jammer”.

Come tutti i sistemi antifurto, però, neppure quelli meccanici sono invalicabili, ma almeno possono rallentare un po’ il “lavoro” dei ladri. Se proprio devono portarci via l’auto, costringiamoli almeno a sudare. Tra l’altro, se li costringiamo a faticare è più probabile che qualcuno li noti mentre armeggiano dentro l’abitacolo e riesca quindi a dare l’allarme.

 

Ultima modifica: 15 gennaio 2019