Le principali cause delle cadute in moto

602 0
602 0

Viaggiare in moto è una sensazione che ti cambia le giornate, però gli incidenti sono sempre dietro l’angolo. Durante le gare di Moto GP le cadute in moto in cui rimangono vittime i piloti fanno parte dello spettacolo e dei rischi del mestiere però anche i normali motociclisti sono a rischio caduta. Basta una piccola distrazione e si rischia di cadere dalla moto. Abbiamo diverse tipologie di cause per le cadute in moto ma quali potrebbero essere le principali? Non esiste un manuale specifico sulle cadute in moto ma possiamo fare una piccola classifica che comprenda le principali cadute.

Low Side e High Side

Il Low Side e l’High Sidesono la ‘scivolata’ e il ‘disarcionamento’ ed entrambi i casi dipendo dalle ruote. Parliamo del Low Side. In questo caso la causa è la perdita di aderenza e trazione degli pneumatici (posteriore, anteriore oppure entrambe) durante una curva. La perdita di trazione può essere causata da diversi fattori come ad esempio l’alta velocità o l’asfalto o pneumatici freddi. Mentre l’High Side può accadere anche durante un percorso in rettilineo. In questo caso è la sola ruota posteriore a subire una perdita di aderenza per poi riacquistare l’aderenza, causando un movimento brusco e inaspettato capace di ‘disarcionare’ il pilota.

Cadute in moto: ostacoli e perdita di aderenza

Si tratta di una causa molto comune tra gli amanti delle due ruote. Una macchia di olio di motore, della ghiaia, una pozzanghera d’acqua dopo le piogge o una buca presenti lungo il nostro percorso posso essere cause di rovinose cadute in moto. Anche degli ostacoli improvvisi possono essere un pericolo per i motociclisti come ad esempio l’improvviso attraversamento di un animale selvatico.

Il ‘dritto’ del motociclista

Si tratta di una dinamica molto comune e con il termine ‘dritto’ si indica un motociclista che preso una curva ad alta velocità oppure ha calcolato male la presa della curva. Una situazione che fa perdere il controllo della moto per qualche secondo e anche la freddezza dello stesso pilota.

Questi potrebbero essere i casi più comuni di una caduta dalla moto, però esistono altri due casi molto particolari: il guasto meccanico e un malore durante la guida. Potranno sembrare situazioni molto rare e particolari e invece accadono molto più spesso di quanto si possa pensare. Un guasto improvviso all’impianto frenante o a quello elettrico – nonostante una corretta manutenzione – potrebbe causare una brutta caduta come un semplice abbassamento di pressione.

Ultima modifica: 31 luglio 2022