Prestito auto: cosa sapere

2893 0
2893 0

Devi acquistare un’auto nuova o usata e vuoi richiedere un prestito? Scopri tutto quanto devi conoscere per procedere step dopo step alla richiesta ed all’ottenimento di un prestito finalizzato all’acquisto di un veicolo usato, nuovo o a Km 0.

Finalmente ti sei deciso: è il momento di cambiare la tua vecchia auto e vuoi acquistare un’auto nuova o usata o aziendale.
Però, non hai tutta la liquidità necessaria per procedere con l’acquisto del veicolo e devi necessariamente richiedere un prestito.
Come fare? Rivolgersi ad un istituto di credito, a una società finanziaria o recarsi direttamente dal concessionario auto che eroga, spesso e volentieri, anche il prestito finalizzato all’acquisto dell’auto. Tantissime le offerte di prestiti auto: si pensi anche al canale telematico (Broker e Mediatori creditizi online).

Per prima cosa, occorre chiarirsi sempre le idee sulla liquidità che si ha da parte per finanziare l’acquisto, recarsi dai concessionari per la scelta dell’auto e, una volta, compresa la cifra che si deve possedere per acquistare l’auto, occorre fare qualche conto per capire quale deve essere il capitale finanziario da richiedere a titolo di prestito.
Fatti due conti in tasca, tenendo conto delle disponibilità liquide, si capisce l’importo da richiedere: si inizia a fare qualche preventivo di piano di ammortamento del prestito per l’acquisto dell’auto.
Si valutano le offerte del concessionario di auto, della banca presso la quale si ha aperto il conto corrente, delle varie finanziarie più in voga (Findomestic, Compass, Fiditalia, Agos Ducato, etc.) e, infine, si cerca online la migliore offerte del piano di ammortamento sui canali del Mediatori creditizi ( Prestitionline.it, Prestiti.it, Facile.it, Segugio.it, etc.).

Una volta in mano tanti preventivi, si deve scegliere ed optare per quello che assolve pienamente alle nostre esigenze in termini di durata, di modalità di pagamento delle rate di rimborso del prestito, degli interessi richiesti (in particolare, si deve valutare il TAEG piuttosto che il TAN), del premio della polizza assicurativa (facoltativa) da abbinare al prestito.
Nella valutazione della vostra domanda di richiesta del prestito auto vi saranno richiesti tutti i documenti relativi alle vostre generalità anagrafiche (documento di identità in corso di validità, codice fiscale etc.) e tutti i documenti relativi alla vostra situazione economico-reddituale (busta paga, CU, Modello dei Redditi, Partita Iva, Cedolino della pensione etc.).
Oggetto di controllo da parte del Consulente finanziario sarà la vostra pregressa storia creditizia risultante dalla Banche Dati possedute dal CRIF.
Se risultate soggetti protestati e/o cattivi pagatori, è possibile che la maggior parte delle banche e/o finanziarie vi richiedano un terzo soggetto garante, la sottoscrizione di una polizza fidejussoria, una polizza assicurativa sulla vita e la sottoscrizione di un prestito auto da rimborsare mediante cambiali.

Se l’istruttoria andrà a buon fine e vi sarà comunicata l’approvazione della domanda di finanziamento, riceverete l’importo del finanziamento richiesto tramite assegno e/o bonifico sul conto.
Decorsi 30 giorni, inizierete a pagare le rate di rimborso prestito auto, come risultante dal piano di ammortamento approvato in sede contrattuale.

Ultima modifica: 25 agosto 2017