Pressione gomme moto: tabella per diversi tipi

7846 0
7846 0

Conoscere e mantenere la corretta pressione gomme è di fondamentale importanza, in quanto essa impatta sull’efficienza e la sicurezza del veicolo. Occorre controllarla costantemente, al fine di mantenere il giusto valore.

Quanto deve misurare la pressione gomme

La pressione gomme delle moto non deve essere né troppo elevata né troppo bassa. Una pressione troppo elevata comporta il rischio di compromettere l’efficienza del veicolo e ridurre l’area di contatto del pneumatico con il suolo. La gomma, col tempo, si usurerebbe e durerebbe meno rispetto a quella che dovrebbe essere la sua prestazione ottimale. Infatti, si verificherebbe un irregolare consumo del battistrada, specialmente nella parte centrale e un aumento del pericolo di rottura del cerchio nel caso di un impatto.

Al contrario, una pressione insufficiente causerebbe un’usura dello pneumaticoun irregolare consumo del battistrada soprattutto sui fianchi, un aumento del consumo di carburanteun minor controllo del veicolo e una diminuzione della velocità massima. Nel caso in cui la pressione fosse insufficiente, ci sarebbe il rischio di non riuscire a controllare nel modo corretto la moto e la risposta ai comandi rallenterebbe.

La giusta pressione delle gomme è quella segnalata dalla casa costruttrice e viene riportata sul libretto di uso e manutenzione del veicolo. Per una moto che viene utilizzata su strada, la corretta pressione si aggira intorno ad un intervallo che oscilla tra i 2,3 bar sullo pneumatico anteriore e i 2,5 bar sullo pneumatico posteriore.

In presenza di bagagli o di un passeggero, la pressione dello pneumatico posteriore deve aumentare di 0,2 bar. Inoltre, nel caso in cui si debba guidare ad elevate velocità, la pressione del pneumatico anteriore deve aumentare di 0,2 bar.

La pressione gomme è influenzata anche dalla temperatura esterna, quindi, in presenza di temperature invernali, il consiglio è di aumentare di 0,1/0,2 bar la pressione delle gomme. Il motivo è che con il freddo il divario di pressione che si crea tra lo pneumatico più freddo e più caldo è inferiore. Allo stesso modo, in estate gli pneumatici si riscaldano maggiormente e l’aria al loro interno aumenta.

Una cosa da tenere in considerazione è il tipo di pneumatico che viene utilizzato, infatti, per quanto riguarda una moto usata su strada tutti i giorni, la pressione deve misurare tra 1,9/2,3 bar e 2,1/2,6 bar, mentre, per quanto riguarda le moto sportive, la pressione deve avere valori più bassi di 0,4/0,5 bar nella gomma anteriore e 1,5 bar nella gomma posteriore rispetto alle moto ad uso quotidiano.

Quando controllare la pressione gomme e come farlo

La pressione gomme andrebbe controllata frequentemente, anche se questo dipende da quanto il veicolo venga utilizzato. Naturalmente, prima di effettuare un viaggio, specialmente in presenza di bagagli o passeggeri, occorre una verifica. Per farlo bisogna utilizzare un manometro, inserendolo nella valvola della gomma.

Successivamente, bisogna confrontare il valore con quelli indicati nel libretto di manutenzione del veicolo. Si può anche utilizzare un compressore portatile, da collegare alla batteria della moto, oppure si può caricare tramite presa usb.

Ultima modifica: 6 gennaio 2022