Pneumatici, come risparmiare mezzo litro di carburante ogni 100 km

991 0
991 0

Consumare meno carburante e risparmiare grazie agli pneumatici.

La scelta degli pneumatici giusti può contribuire a ridurre le emissioni e il consumo di carburante del veicolo.  L’impatto più diretto deriva dalle differenze nella resistenza al rotolamento che si riferiscono all’energia persa quando lo pneumatico si muove: minore è la resistenza al rotolamento, minore è l’energia persa e minore è il consumo di carburante. Una migliore efficienza del carburante ha un effetto positivo sull’impronta di carbonio del conducente, con una riduzione delle emissioni di CO2. Per i veicoli elettrici, una minore resistenza al rotolamento si traduce in una maggiore autonomia di guida.

“La resistenza al rotolamento ha un impatto enorme sul consumo di carburante. R secondo il sistema di etichettatura degli pneumatici dell’Unione Europea, gli pneumatici di classe A con pressione corretta possono far risparmiare fino a mezzo litro di carburante ogni 100 chilometri rispetto agli pneumatici con prestazioni più basse“, afferma Matti Morri, Technical Customer Service Manager di Nokian Tyres.

Il sistema di etichettatura degli pneumatici dell’UE consente di confrontare facilmente le differenze in termini di efficienza del carburante, aderenza sul bagnato e rumorosità esterna di rotolamento. Oltre il 90% dei prodotti Nokian Tyres ha le migliori classificazioni in termini di resistenza al rotolamento.

Lo stile di guida economico aiuta gli pneumatici a durare di più

L’adozione di uno stile di guida economico ha un ruolo altrettanto importante nella riduzione dell’impatto ambientale mentre si guida. Per ridurre il consumo di carburante fino al 20% è importante evitare di tenere al minimo i giri del motore, utilizzare il freno motore, prevedere il traffico e preriscaldare il veicolo quando fa freddo. Inoltre, è fondamentale mantenere la corretta pressione degli pneumatici.

Uno stile di guida economico aiuta gli pneumatici a durare più a lungo e il denaro speso per gli pneumatici e la cura regolare del veicolo si ripagherà da solo, dato che il consumo di carburante viene ridotto al minimo“, conclude Morri.

Verso un futuro più green

Quando si considera l’impatto climatico totale di uno pneumatico, è importante confrontare le differenze tra i diversi produttori per quanto riguarda la responsabilità ambientale. 

Una parte significativa della nostra produzione è alimentata da energia rinnovabile come i pannelli solari che producono elettricità per i nostri magazzini a Nokia, in Finlandia, e per il nostro nuovo centro di prova in Spagna“, spiega Teemu Soini, Material Design Manager di Nokian Tyres.

Nokian Tyres ha una lunga storia di produzione responsabile di pneumatici e l’azienda è stata un pioniere nella rinuncia all’uso di oli aromatici nocivi. L’ultima innovazione di Nokian Tyres è lo pneumatico Green Step concept, con un design ambizioso che prevede il 93% dei materiali riciclati o rinnovabili.

I vecchi pneumatici diventano nuovi

Secondo recenti studi globali, ogni anno nel mondo vengono scartati ben un miliardo di pneumatici. Cosa succede agli pneumatici alla fine del loro ciclo di vita?

In Europa il tasso di riciclo di uno pneumatico usato è molto alto. I materiali in gomma possono essere separati e riciclati in nuovi pneumatici. E anche i rinforzi metallici possono essere riciclati per la produzione di pneumatici o per l’utilizzo in altri ambiti“. Dichiara Teemu Soini.

Nokian Tyres ricicla anche tutta la gomma avanzata dalla produzione degli pneumatici, in modo da non generare rifiuti di gomma negli impianti di produzione.

Pneumatici, come risparmiare mezzo litro di carburante ogni 100 km

I materiali rinnovabili aiutano a combattere il riscaldamento globale

Oltre ai materiali riciclati, la produzione di pneumatici prevede anche molti materiali rinnovabili. Un materiale rinnovabile deriva da risorse naturali come alberi o piante. I materiali rinnovabili sono una parte naturale della circolazione del carbonio. E non contribuiscono all’effetto serra complessivo.

La gomma naturale rinnovabile ricavata dagli alberi della gomma è un componente fondamentale nella produzione degli pneumatici. Inoltre, stiamo conducendo ricerche per trovare alternative rinnovabili anche per le gomme sintetiche“. Specifica Teemu Soini.

Soini e Morri concordano sul fatto che la lotta al cambiamento climatico richiede una collaborazione ampia e innovativa tra diversi settori.

Scopriamo costantemente nuove forme di collaborazione e di circolazione. Per esempio i sottoprodotti dell’industria forestale e della cellulosa potrebbero essere raffinati in materiali per la produzione di pneumatici”. Dottolinea Teemu Soini.

Guida rapida all’acquisto responsabile degli pneumatici

  • Confrontare la resistenza al rotolamento e altre caratteristiche chiave prima di acquistare nuovi pneumatici. Il sistema di etichettatura degli pneumatici dell’UE facilita il confronto 
  • Scoprire in che modo i produttori di pneumatici si prendono carico della responsabilità ambientale
  • Adottare uno stile di guida economico, evitando di tenere al minimo i giri del motore, usando il freno motore, cercando di prevedere il traffico e preriscaldando il veicolo quando fa freddo.
  • Controllare e curare la pressione degli pneumatici almeno una volta al mese. Una pressione troppo bassa riduce la durata di uno pneumatico.
  • Riciclare i vecchi pneumatici secondo le linee guida locali per il riciclo.

Leggi ora: tutte le news su Nokian Tyres

Ultima modifica: 8 giugno 2022

In questo articolo