Pneumatici Kormoran: caratteristiche

314 0
314 0

Sarà la scelta vincente di un logo che ha fatto la storia ma Michelin resta uno dei brand più apprezzati nel panorama automobilistico. Un cambio gomme però può rappresentare una spesa di non poco conto, che può essere sicuramente più contenuta, senza perdere in qualità, optando per gli pneumatici Kormoran.

Si tratta di una controllata della stessa casa francese, che nel 1995 ne acquisisce le quote azionarie di maggioranza e successivamente, dieci anni dopo, il controllo totale, facendone un brand secondario, ma sfruttandone appieno l’esperienza e la produttività.

Il brand Kormoran per gli pneumatici Michelin

L’azienda si trova in Polonia ed è, con i suoi 4000 addetti, lo stabilimento più importante, sotto le insegne Michelin Polska, per la produzione di pneumatici. Da quasi trent’anni vengono realizzati diversi tipi di pneumatici, adatti a qualunque veicolo e in qualunque condizione.

Grazie all’acquisizione di Kormoran, Michelin ha infatti potuto avviare la produzione di una gamma di prodotti a costi più contenuti, senza però incidere in maniera determinante sulla qualità finale. E con lo stabilimento polacco, la casa francese ha potuto anche espandersi in altri settori del mercato, conquistando grandi spazi nella vendita di pneumatici per uso agricolo o industriale, per il trasporto merci e passeggeri, dove l’azienda polacca aveva già una posizione preponderante.

Un ottimo rapporto qualità/prezzo ha fatto dimenticare la caratteristica per cui la casa polacca era conosciuta già a partire dagli anni 80. Era la commercializzazione di un prodotto di fascia molto economica la peculiarità forte di Kormoran. L’ingresso di Michelin ha stravolto i piani e portato l’azienda a ottimi livelli nel mercato europeo e non solo. Grazie a questo tipo di pneumatico l’azienda francese riesce a competere in tutto il mondo con gli avversari cinesi e indiani in particolar modo. Inoltre, ha delocalizzato anche alcuni stabilimenti, puntando sulla Serbia per incrementare la distribuzione anche di Riken e Tigar, gli altri brand basici.

5 linee di pneumatici per tutte le esigenze

Per soddisfare una richiesta crescente, Kormoran commercializza essenzialmente cinque categorie di pneumatici, che a loro volta si suddividono in altre classi. Si comincia con la linea “Performance”, che prevede due sotto categorie: Ultra hight performance, sia nella versione estiva che invernale, con ottime prestazioni su un fondo stradale regolare, e buona risposta in caso di bagnato. Permettono un’ottima capacità di risposta allo sterzo in caso di cambi di direzione rapidi e sono molto adatti alle auto sportive.

Un buon compromesso per dotarsi di ottimi pneumatici senza spendere una fortuna. La versione High Performance prevede la Gamma b2, Impulser b Impulser b2, impulser 3 e Road Performance, per soddisfare le richieste di gomme invernali ed estive. Sono concepite per dare la garanzia di maggior durata del battistrada, con una guida ad alta velocità ma pur sempre accorta ai consumi. Hanno però una risposta qualitativa inferiore alla linea Ultra Hight Performance, e si nota anche nel prezzo più abbordabile.

Un occhio ai consumi di carburante

Per risparmiare ancora un po’, la linea da prendere in considerazione in caso di cambio del treno di gomme è la “Standard Touring”. Come gli pneumatici Hight Performance sono destinati a una clientela che presta molta attenzione al consumo del battistrada, per risparmiare anche sui consumi di carburante.

E’ notorio infatti che una guida accorta può permettere di ridurre anche la spesa per l’alimentazione del veicolo. Bisogna però pur cedere qualcosa e sul piatto della bilancia è bene mettere una perdita di prestazioni. Sono adatti quindi a chi ama un certo comfort di guida e non intende strafare su strada. Anche per questa linea sono previste del sotto categorie Runpro B, Runpro B2 e Runpro B3. Kormoran si distingue anche per una linea invernale. La sperimentazione nel rigido clima invernale della Polonia ha prodotto degli ottimi pneumatici, senza caricare sul prezzo al dettaglio un peso eccessivo.

Pneumatici a prova di inverno

Nasce così la linea Winter che si suddivide in Winter Higt Performance e in Winter Snow e Vanpro Winter. Queste ultime due categorie sono realizzati con una mescola di silice e dispongono di battistrada lamellari studiati apposta per lavorare sul bagnato sicuramente, ma soprattutto su neve e ghiaccio, con temperature molto basse.

Proprio grazie alla loro composizione raggiungono la temperatura giusta già dopo pochi giri. Sono l’ideale per i mezzi da lavoro perché garantiscono una guida sicura nelle condizioni più critiche. Non a caso riportano la marcatura M+S e la dicitura SnowFlake. Sono una valida alternativa ai più performanti Winter Hight, che hanno le stesse caratteristiche per offrire ottime risposte di guida nelle condizioni più proibitive.

Kormoran ha studiato anche una linea specifica per i Suv, con la sua “Suv/4×4”. La categoria Suv Highway/Terrain è una soluzione per chi è abituato a percorrere strade asfaltate premendo anche un po’ sull’acceleratore, ma non disdegna i percorsi accidentati su sterrato. Hanno una resistenza al rotolamento ridotta e si presentano quindi come una ottima alternativa ai più costosi pneumatici touring.

C’è anche la linea Summer che per un buon rapporto qualità/prezzo rappresenta la gamma di pneumatici per la guida su strada con Suv. C’è poi una quinta linea che Kormoran ha dedicato ai mezzi di trasporto leggero. Sono studiati per economizzare sui consumi di carburante, senza però sacrificare la durata del battistrada e offrendo comunque un’ottima esperienza di guida.

Inutile sottolineare che per come sono concepiti non potranno mai sostituire in termini di prestazioni più scattanti i pneumatici delle linee Touring o Performance. Sono però una spesa abbordabile e si presentano in due fattispecie: la Vanpro B2 e la Vanpro B3 per i mesi estivi. Si tratta in definitiva di un segmento di prodotto adatto un po’ a tutte le esigenze, con un occhio particolare alla spesa.

Il giudizio degli automobilisti è molto positivo soprattutto quando la resa non si discosta dalle aspettative. Un rivenditore specializzato saprà consigliare al meglio la scelta degli pneumatici più adatti non soltanto in base al tipo di veicolo, ma anche in rapporto allo stile di guida di chi dovrà usarli.

Ultima modifica: 6 novembre 2018