Piste di prova: qual è la differenza con l’autodromo

1562 0
1562 0

Talvolta oggetto di confusione ma in realtà diverse come concezione, le piste di prova e gli autodromi sono due cose differenti.

Cosa sono le piste di prova

 

Innanzitutto chiariamo cosa si intende in senso stretto per pista di prova, si tratta di un circuito che possiede una lunghezza di 1.200 metri circa le cui funzioni principali sono quelle di essere sede di test e prove (ufficiali e non) e di essere sede di lezioni scolastiche di guida, ovviamente si tratta di scuole particolari come quella rally dedicata ai SUV che svolge le sue lezioni sulla pista di prova dell’autodromo di Vallelunga in Roma.

Qual è la differenza tra un autodromo e una pista di prova?

 

A questo punto è chiaro andare a rispondere alla domanda in oggetto e mettere in evidenza quelle che sono le differenze.

Il dato peculiare che salta immediatamente all’occhio è la lunghezza: un autodromo, per sua natura possiede una pista dalle caratteristiche ben precise che ha una lunghezza superiore ai 4.000 metri; una pista di prova ha lunghezza nettamente inferiore.

Un autodromo ha una concezione diversa anche come struttura, generalmente vi è la presenza di un numero variabile di curve che vanno da 6 a 12, vi sono delle vie di fuga, vi sono dei box dedicati ai team, tutti elementi che non sono presenti in una pista di prova.

Perché l’autodromo è diverso dalle piste di prova

 

Ma perché la necessità di avere sia pista di prova che circuito ‘lungo’? La risposta è pressoché semplice: la destinazione d’uso.

Un autodromo è sede di gare più o meno importanti, è realizzato in funzione delle stesse con tutte le caratteristiche di sicurezza che gli standard ufficiali impongono.

Ciò non vuol dire che una pista di prova non sia sicura, anzi il contrario. Semplicemente possiede degli standard differenti e adeguati alla tipologia di uso che se ne fa.

Un autodromo necessita della presenza di box di grandezza adeguata a ospitare le officine dei team che partecipano alle gare, sia che si tratti di auto o di moto, a differenza della pista di prova dove non è necessario avere dei box a disposizione proprio perché non vengono svolte gare ma test o lezioni di guida speciali.

Un autodromo non è mai sede di giornate di guida particolari organizzate dalle case costruttrici, mentre le piste di prova annesse agli impianti lo sono spesso; si tratta di giornate che permettono al pubblico di poter guidare in pista modelli di auto potenti.

Ultima modifica: 29 dicembre 2017