Piloti moto: giovani piloti nelle competizioni internazionali

272 0
272 0

Coloro che diventeranno degli atleti vincenti si riconoscono già in tenera età, come nel caso dei piloti di moto. Questo fenomeno si verifica anche in molti altri sport: dal calcio al nuoto, ai tuffi, per passare all’automobilismo e al motociclismo.

Pensate che il tuffatore olimpionico britannico Tom Daley (classe 1994) si è laureato Campione del Mondo dalla piattaforma di 10 metri, ai Mondiali di Nuoto Roma 2009, a soli 15 anni. Questo è solo uno dei tanti esempi di atleti che hanno esordito ad alti livelli in tenera età, ma forse il motociclismo è lo sport con il maggior numero di giovani esordienti. Inoltre, ci sono esempi di piloti “stagionati” che hanno vinto dei titoli anche dopo i 40 anni, come Valentino Rossi: il Dottore (classe 1979) è ancora in attività e ha trionfato al Gran Premio di Olanda 2014 a 38 anni. Ancora meglio fece, nel 1957, il pilota Albino Milani che vinse un importante titolo alla veneranda età di 47 anni. Diciamo che quasi tutti hanno esordito intorno ai 15 anni, per pazzia o amore ha poca importanza.

Vediamo quindi alcuni esempi di importanti campioni che hanno esordito nelle varie competizioni internazionali di motociclismo nella prima gioventù.

Loris Capirossi – esordio a 15 anni

Il pilota italiano Loris Capirossi esordisce nel 1998, a soli 15 anni, al Campionato Italiano 125 GP con una motocicletta Mancini TM, classificandosi al nono posto. Nel 1990, all’età di 17 anni, conquista il titolo Moto Mondiale Classe 125 cc, dimostrando di essere un campione nato. I primi segnali del suo talento si avvertivano già durante le sue prime scorribande con le motociclette da fuori strada, alla tenera età di 4 anni. Il suo ritiro avviene nel 2011, al Gran Premio della Comunità Valenciana, a 38 anni.

Valentino Rossi – esordio a 14 anni

Anche il Dottore esordisce molto giovane, in sella a una Cagiva Mito 125, prendendo parte al Campionato Sport Production 1993. La sua età? 14 anni. Un pilota molto precoce. Successivamente, Valentino Rossi trionfa nel 1995, al Campionato Italiano Classe 125, classificandosi anche al terzo posto in classifica generale all’Europeo di moto. Ancora oggi, a 40 anni “suonati”, la sua carriera prosegue.

Scott Redding – esordio a 15 anni

Ecco un altro pilota precoce. Dopo diverse corse nel circuito delle minimoto inglesi, il britannico Scott Redding, che oggi ha 26 anni, esordisce a soli 15 anni nel Motomondiale 2008 Classe 125. In sella a una Aprilia RS 125 R del Team Blusens Aprilia Junior, conquista la sua prima vittoria al Gran Premio di Gran Bretagna (22 giugno 2008), che lo consacrerà il più giovane pilota ad aver vinto una gara in un GP del motomondiale. Record infranto dieci anni dopo dal pilota turco Can Oncu, più giovane di 54 giorni del pilota britannico.

Can Oncu – esordio a 15 anni

Piccoli campioni crescono come il pilota motociclistico di origini turche Can Alexander Oncu, classe 2003. Il giovane pilota si è fatto conoscere a livello internazionale nel 2017, all’Asia Talent Cup, arrivando terzo in classifica generale. L’anno successivo è iscritto come ‘wild card’ (si tratta di un permesso speciale rilasciato ad atleti o team per prendere parte a competizioni anche senza essersi qualificati) per il Team Red Bull KTM Ajo (classe Moto3) al Gran Premio della Comunità Valenciana, diventando il più giovane pilota a trionfare in una gara di Moto GP.

Randy Mamola – esordio a 16 anni

Facciamo un tuffo nel passato con l’ex pilota statunitense Randy Mamolz (classe 1959), che è diventato pilota professionista a 16 anni, gareggiando nei circuiti americani fino al 1978. Il suo esordio è avvenuto al Motomondiale nel 1979, nelle Classi 250, 350 e 500. Randy Mamola è considerato, grazie alla sua padronanza con le moto, uno dei migliori piloti di sempre e per questo motivo è stato inserito nel 2000 nella Motorcycle Hall of Fame.

Marc Marquez – esordio a 15 anni

Un altro degli atleti che ha esordito giovanissimo è il pilota motociclista Marc Marquez, classe 1993. Lo spagnolo si avvicina allo sport che diventerà la sua passione alla tenera età di 6 anni, correndo nei circuiti di motocross, minimoto e infine su pista. Si è classificato secondo nel Campionato di Catalqua 2004, mentre nel 2007 prende parte ad alcune gare del Campionato De Espana de Velocidad, classificandosi ottavo nella classifica generale. Nel 2008, a soli 15 anni. partecipa poi al Motomondiale, nella classe 125, ottenendo il quindicesimo posto. Attualmente è detentore di 7 titoli Motomondiale: il primo titolo l’ha conquistato nel 2008, a soli 17 anni, l’ultimo nel 2018.

Questi sono alcuni dei piloti che hanno esordito giovanissimi, ma la lista è ancora lunga. Non dimentichiamoci di come Andrea Dovizioso (campione del Mondo Classe 125 nel 2004), a soli 14 anni, abbia conquistato il titolo italiano di motociclismo, e come l’anno successivo abbia gareggiato al Motomondiale Classe 125.
E il vincitore di 5 titoli mondiali Jorge Lorenzo? Anche lui non ha perso tempo e, come i piloti sopra menzionati, ha esordito nei circuiti più importanti all’età di 15 anni. Restando sempre in Spagna, troviamo Maverick Ruiz (Classe 1995) pilota professionista nel Campionato spagnolo di velocità 2009, che ha gareggiato quando aveva appena 14 anni. Il 2011 è l’anno del suo ingresso nel circuito del Motomondiale con il Team dell’Aprilia.
In Italia abbiamo anche Andrea Iannone che, nel 2004 a soli 15 anni, prende parte a diverse competizioni Nazionali e Internazionali (come, ad esempi
o, il Campionato di velocità italiano e spagnolo) per il Team Abruzzo Junior in sella a una Aprilia. L’anno successivo debutta nel Gran Premio di Spagna, chiudendo il suo primo Motomondiale con 20 punti e alla ventesima posizione in classifica.

Questi sono alcuni dei più importanti piloti di motociclismo che hanno iniziato la loro carriera di piloti professionisti in giovane età. Ma molti mancano all’elenco come ad esempio Marco Simoncelli, il cui esordio avviene a 15 anni nel Motomondiale e Franco Morbidelli (classe 1994), che gareggia a 17 anni nel Campionato Europeo Superstock, dove si farà conoscere. Il suo debutto nel Moto GP nella categoria di Moto 2 sempre nello stesso anno.
Attraverso tutti questi esempi di giovani campioni, si comprende che il talento e la passione per il motociclismo sono fattori che si devono avere nel proprio DNA, come anche l’amore per la velocità e per tutto il mondo delle moto.

Ultima modifica: 31 luglio 2019