Piloti Formula1: i più anziani che hanno gareggiato

76 0
76 0

Spesso la domenica ci appassioniamo davanti al televisore – o di presenza nel circuito – seguendo i piloti Formula1 che eseguono i propri miracoli automobilitistici, ma ti sei mai chiesto chi sia il più anziano? Scopriamolo insieme.

Kimi Raikkonen

Kimi Raikkonen, con le sue quaranta primavere festeggiate al volante delle auto più veloci del mondo, suscita simpatia in tutti o quasi. Per l’era moderna dei motori quarant’anni sono davvero circostanza rara e i casi analoghi si contano sulle dita di una mano.

In questo momento il finlandese ex ferrarista prima guida della Alfa Romeo è il driver più anziano del Circus. Ma sarà a dir poco improbabile immaginare per lui una carriera lunga quanto quelle che si sviluppavano in altre epoche. Basta dare una scorsa alle classifiche di longevità per scoprirlo: la top ten dei piloti Formula1 più anziani che hanno gareggiato in Formula1 è monopolizzata da protagonisti degli anni Cinquanta.

Stagione che si può considerare in un certo modo fondativa della massima serie come la conosciamo oggi. Il lungo cammino fino ai bolidi attuali ha visto una evoluzione della “specie” che è facilmente intuibile dalle immagini in chiaroscuro di quei tempi: niente che possa anche lontanamente somigliare ai missili scolpiti in materiali ultraleggeri di oggi ma qualcosa di vicino a carlinghe di aeroplani in solido metallo. Mutati i cavalli, anche i fantini si sono trasformati.

Piloti Formula1: età media

L’età media si è progressivamente abbassata e ha portato per la prima volta un ragazzo neanche maggiorenne al via di un gran premio: il talento Max Verstappen aveva 17 anni e mezzo quando si schierò con la sua Toro Rosso ai nastri di partenza del gran premio di Australia del 2015. Inimmaginabile mezzo secolo fa quando le case automobilistiche affidavano i volanti a guidatori di provata esperienza.

Ai primi dieci posti della classifica dei piloti Formula1 più anziani in gara in Formula 1 troviamo tutti casi risalenti alla prima metà degli anni Cinquanta. La pole position dei driver più navigati spetta al monegasco Louis Chiron che era presente al via del gran premio di casa del 1955 alla ragguardevole età di 55 anni e 292 giorni.

Nella ideale griglia di partenza tra i più anziani troviamo al secondo posto il francese Philippe Etancelain, a sua volta in pista nel gran premio casalingo a 55 anni suonati nel 1952. A lui anche la palma di più anziano a ottenere un punto. Il podio è completato dal belga Arthur Legat. Anche nel suo caso la competizione era quella più sentita: gran premio del Belgio del 1953. Aveva 54 anni e 232 giorni.

Nomi forse poco conosciuti ai più. Noto anche ai non appassionati invece quello di Juan Manuel Fangio, asso argentino capace di vincere addirittura un campionato del mondo all’età di 46 anni. Un record che possiamo considerare inattaccabile.

Ultima modifica: 2 settembre 2019