Perché scegliere un’auto silenziosa nel 2019

141 0
141 0

Se è vero che ad essere particolarmente nel mirino di chi legifera in termini di mobilità è l’inquinamento atmosferico – si pensi alle emissioni di anidride carbonica, “punite” con la Ecotassa – è altrettanto vero che anche l’ abbattimento dell’inquinamento acustico sta diventando un’urgenza del legislatore europeo.

Pertanto, a cascata, sono sempre più numerosi i comuni che chiedono le auto silenziose per le strade, soprattutto nelle ore notturne e soprattutto nei centri urbani. La scelta di un’auto silenziosa può rivelarsi strategica per sé stessi e per gli altri.

Necessità di auto silenziose

La questione riguarda maggiormente la consegna delle merci nei centri storici: poiché con l’e-commerce non ci sono più orari, e poiché, tipicamente, ci sono una serie di esercizi che si riforniscono principalmente nelle ore serali e notturne, l’impatto della mobilità può essere anche di natura acustica. Tanto che non sono pochi i comuni che vietano, in alcune zone particolarmente vulnerabili, la circolazione dei veicoli commerciali in determinate fasce orarie.

Ma anche per le automobili (si pensi ai taxi!) il principio resta valido: al fine di abbassare l’inquinamento acustico, i veicoli devono intraprendere la strada della silenziosità. Sì, perché se è vero che si è abituati al caos e al frastuono, è altrettanto vero che il rumore è dannoso, per la salute umana, quasi quanto l’inquinamento atmosferico.

Pertanto, i costruttori stanno mettendo a punto soluzioni sempre più volte al contenimento della rumorosità. Il caso emblematico è quello delle auto elettriche: sono talmente silenziose, che possono addirittura diventare pericolose, perché il pedone distratto non si accorge del loro arrivo. Ma anche le automobili a trazione tradizionale sono sempre più silenziose: sia all’interno dell’abitacolo – il che, naturalmente, accresce il comfort di chi è a bordo – sia all’esterno.

L’udito collettivo ringrazia

Quindi l’effetto è doppio: un motore silenzioso – non importa se elettrico, endotermico o ibrido – è un toccasana per l’udito di tutti, sia di chi si trova all’interno dell’automobile, sia di chi sta all’esterno ed è costretto a subire la rumorosità del traffico (soprattutto di quello urbano).

Per gli occupanti del veicolo, non avere un sottofondo fastidioso porta innumerevoli benefici: la conversazione all’interno dell’abitacolo è più gradevole, si può ascoltare la musica senza fastidi, oppure ci si può godere un po’ di meritato silenzio. Ecco dunque spiegato perché è un bene scegliere un modello di automobile poco rumoroso: il beneficio, oltre che per sé stessi, è per la collettività.

Ultima modifica: 11 gennaio 2019