Perché bisogna cambiare le gomme stagionalmente

291 0
291 0

Ogni stagione ha le sue peculiarità meteorologiche: in primis le temperature, ma anche le precipitazioni. Lo pneumatico è l’unico contatto che l’auto ha con il manto stradale, è fondamentale pertanto che sia quello giusto, nella stagione giusta: a rischio altrimenti la sicurezza di chi sta guidando l’auto, di chi vi è a bordo e, ancora più in generale, a rischio la sicurezza stradale senso lato.

La sicurezza stradale è una priorità per tutti e l’innovazione tecnologica si è messa al servizio della causa. Da anni, oramai, esistono in commercio tre tipologie di pneumatici: estivi, invernali, quattro stagione.
Fino a qualche anno fa, in inverno, si utilizzavano le catene in caso di neve: oggi, invece, le catene non le usa praticamente più nessuno, se non in casi estremi, in montagna, quando nemmeno lo pneumatico invernale più efficiente può farcela (caso raro), oppure per quei pochi casi che non si attrezzano con gomme adatte allo scopo. Siano esse invernali, oppure 4 stagioni.

La legge non ammette ignoranza

Va detto che sono parecchi i comuni e le regioni a legiferare in questo senso e pertanto, secondo una serie di normative:

  • entro il 15 novembre bisogna montare le gomme invernali;
  • entro il 15 aprile, con tolleranza fino al 15 maggio, bisogna toglierle e sostituirle con quelle estive.

Se non vengono rispettate le scadenze cosa succede? La conseguenza è che si è soggetti a sanzione, a meno che non si utilizzino gomme 4 stagioni, che quindi vanno bene tutto l’anno, da gennaio a dicembre.

Per quest’anno è diverso: causa lockdown, gli automobilisti non si sono potuti recare dal gommista, perché altrimenti avrebbero ricevuto un’altra multa, quella relativa alla circolazione senza un scopo necessario. Pertanto, dopo un dibattito tra le associazioni di categoria che riuniscono gommisti e Governo, si è optato per un’ulteriore proroga: le gomme invernali vanno sostitute entro – e non oltre – il 15 di giugno. Dunque a una settimana  dell’inizio dell’estate: ma, al di là dell’emergenza, tutto questo ha senso?

Le gomme soffrono 

Premesso che il 90 per cento del parco circolante in Italia, causa lockdown, nei mesi di aprile e di marzo è stato fermo. Premesso altresì che l’obbligo di montare le gomme da neve è in vigore su parecchie strade, ma non su tutte. Premesso ancora che non sono poi così pochi gli automobilisti che continuano, imperterriti, a circolare con gomme estive sempre, incuranti del fatto che le gomme invernali siano più sicure con le basse temperature e che, comunque, il bilancio economico di chi monta gomme alternate o chi tiene sempre le stesse è pressoché identico. Premesso anche che quest’anno il Cornavirus ha avuto effetti su diversi aspetti della vita quotidiana, compreso il cambio gomme.
Si dichiara apertamente che le gomme invernali usate in estate si deteriorano maggiormente e rischiano di diventare pericolose: ecco perché si deve – sempre – effettuare il cambio gomme

 

Ultima modifica: 19 maggio 2020