Pellicole oscuranti vetri auto cosa sapere

991 0
991 0

Ogni tanto ci può capitare di incrociare per strada delle autovetture lussuose con i vetri oscurati. Veicoli oscurati per proteggere la Privacy dei passeggeri e degli stessi guidatori. Il più delle volte si tratta di veicoli speciali per personaggi importanti come ad esempio i politici o star internazionali ma per i comuni guidatori? Diciamo che abbiamo due possibilità per avere i vetri della nostra automobile. La prima sarebbe quella di acquistare un modello con l’opzione dei vetri oscurati. La seconda, molto più economica è quella di comprare dei rivestimenti offuscanti e applicarle ai nostri finestrini. Una procedura che è consigliabile fare effettuare da operai specializzati, anche se è possibile il ‘Fai da te’. Naturalmente esistono delle disposizioni di Legge che regolano l’utilizzo dei vetri opachi e dei rivestimenti. La regola principale è quella del divieto di applicazione nel parabrezza e nei finestrini anteriori. Questi speciali rivestimenti li possiamo acquistare nei centri specializzati con diverse ‘tonalità’ di oscuramento.

Quali i vantaggi delle pellicole oscuranti?

Possiamo dire che i vantaggi di oscurare i vetri dell’abitacolo con questi particolari rivestimenti sono molteplici. La maggior parte di questi vantaggi sono per il bene della vostra autovettura. Prima di tutto la Privacy, infatti, i rivestimenti oscuranti impediscono di guardare all’interno dell’abitacolo dall’esterno della stessa vettura. E questo potrebbe essere il primo dei vantaggi dell’applicazione delle pellicole e gli altri? Ebbene, oltre alla nostra Privacy avremo anche un discreto risparmio in fatto energetico e di consumi. Sembrerà strano ma schermando i vetri, riusciremo a ridurre gli effetti del sole e del calore all’interno dell’abitacolo con il calo di qualche grado. Un calo di gradi che nel periodo estivo si potrebbe trasformare in un minore utilizzo del condizionatore dell’aria condizionata. Di conseguenza, si potranno abbattere i consumi di combustibile e al tempo stesso, aiutare l’ambiente grazie alla diminuzione delle fuoruscite inquinanti. Non solo risparmio e ambiente ma anche maggiore sicurezza. Infatti, in caso di incidente stradale, i frammenti dei vetri potrebbero essere proiettati all’interno con un grave rischio per gli eventuali passeggeri. L’ultimo vantaggio, non per importanza è quello della protezione degli interni. Come ben sappiamo, il sole è un nemico per i tessuti e per i materiali di rivestimento ma grazie all’applicazione delle pellicole oscuranti, potremmo rallentare di molto il loro deterioramento. Infatti, riusciremo a trattenere circa il 90% (Dipenderà dal grado di offuscamento) dei raggi ultravioletti causa principale del deterioramento degli interni della nostra automobile.

Le questioni legali sulle pellicole oscuranti

A questo punto possiamo passare alla questione legale. Nel nostro Paese la Legislatura su questo argomento era abbastanza confusa, finché la Circolare Ministeriale Prot. N. 1680/M360 non ha fatto chiarezza sulle varie interpretazioni di utilizzo e applicazione delle pellicole. La seguente disposizione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti prevede l’applicazione dei rivestimenti offuscanti con determinati parametri e che siano state fabbricate e vendute in una Nazione facente parte dell’Unione Europea. Naturalmente dovranno essere omologati per la tipologia dei vetri del vostro modello di automobile. Ecco perché è consigliabile affidarsi ad aziende professioniste che a richiesta vi rilascia anche tutta la documentazione relativa al prodotto applicato. Documentazione utile in caso di controllo da parte delle Forze dell’Ordine. La Legge prevede anche delle restrizioni, infatti, il prodotto oscurante è legale solo se sistemato nei vetri laterali posteriori e nel lunotto posteriore esclusivamente se l’autovettura è equipaggiata con due specchietti retrovisori, così da avere una buona visibilità durante la guida. Divieto assoluto di applicazione nei vetri anteriori e negli specchietti retrovisori. Non ci sarà bisogno di aggiornare il documento di circolazione, in quanto, questo caso non rientra nell’elenco dell’art. 78 del Codice della Strada. Mentre l’art. 71 presume in caso di infrazione di una delle seguenti condizioni una sanzione di un minimo di 85,00 euro ad un massimo di 338,00 euro. Non è previsto nessun ritiro del documento di circolazione.

Applicazione tramite Azienda professionale

L’applicazione è un lavoro che richiede molta attenzione, anche per quanto riguarda l’aspetto legale. Se volete un lavoro a regola d’arte così da evitare brutte sorprese, vi consiglio di rivolgervi ad un centro specializzato dove potranno consigliare al meglio sulla scelta del prodotto. L’installazione inciderà molto sulla stessa durata del prodotto applicato e naturalmente dovrà garantire il fattore delle visibilità. Dovrete scegliere la gradazione di oscuramento in base alle vostre esigenze, in questo caso vi sarà utile la consulenza degli esperti. I costi per oscurare la propria automobile? Diciamo che i costi variano in base alla tipologia delle pellicole e dal centro specializzato. In commercio si possono trovare diverse tipologie di pellicole oscuranti, infatti, oltre alla gradazione potrete scegliere anche la colorazione e la combinazione dello stesso prodotto. Ovviamente tutte devono riportare il marchio del produttore e i dati di omologazione. Una ricerca sul web vi aiuterà ad orientarvi nelle tante offerte. I prezzi potrebbero partire da un minimo di circa 300,00 euro ad un massimo di circa 2mila euro.

Alcune tipologia di oscuranti

In commercio possiamo trovare diverse tipologie di prodotti per l’offuscamento dei vetri delle vetture. Prodotti che possono variare dalla gradazione di oscuramento alla resistenza e al materiale. Eccovi qualche esempio. Quella opaca produce un effetto più scuro e per quanto riguarda il riflesso della luce varia dal 5 al 15%. Quindi molto bassa. Inoltre non interferisce con le onde radio e blocca i bagliori indesiderati. Purtroppo ha lo svantaggio di non essere molto resistente ai raggi UV e non blocca molto il caldo. La metallizzata è composta di diversi strati e ha il 40% di oscurità. Dalla sua parte blocca ottimamente il calore e i raggi UV. Resistente ma leggermente più costosa dell’opaca. Interferisce con le apparecchiature elettrotoniche anche con il cellulare. L’ibrida è un mix tra l’opaca e la metallizzata con tasso di buio al 50%. Nessuna interferenza con le onde radio e risulta più economica di quelle metallizzate. L’ultima è quella in ceramica. Essendo in ceramica non avrete nessun tipo di problema con il segnale del vostro cellulare. Efficiente nel bloccare il calore, i raggi UV e i bagliori indesiderati. Purtroppo è anche la più costosa.

Ultima modifica: 27 febbraio 2019