Pedemontana: percorso e come registrarsi

5624 0
5624 0

Percorso Autostradale Pedemontana, un sistema viabilistico Free Flow, costituito dall’autostrada (67 km), dalle tangenziali (20 km) e da 70 km di viabilità locale.

Percorso Pedemontana

 

Percorso Autostradale Pedemontana è molto di più di una semplice autostrada: conta 67 Km di tratto autostradale, 20 Km di tangenziale e 70 Km di strade locali. Un sistema viabilistico veramente rivoluzionario ed innovativo in grado di soddisfare ogni tipologia di esigenza e di necessità di circolazione dei guidatori.

La novità della Pedemontana, rispetto alle altre autostrade italiane, è il fatto di essere Sistema Free Flow. Questo tipo di sistema non prevede la presenza dei caselli. Dei 67 km di tratta autostradale circa venti chilometri, da Meda a Vimercate, è a tre corsie. Il tratto autostradale che va da Busto Arsizio fino a Meda, oltre alle tangenziali di Como e Varese sono, invece, a due corsie e tutte le restanti vie connesse sono ad una sola corsia. Il numero di corsie che costituiscono il percorso e sistema viabilistico della Pedemontana è scandito e determinato dal traffico delle auto e camion che ogni giorno percorrono il tratto autostradale, tangenziali e tratti connessi locali.

Si stima che la Pedemontana ogni giorno sia percorsa da oltre 60.000 veicoli al giorno sull’arteria autostradale, con oltre di 80.000 veicoli lungo il sistema viabilistico che copre la zona della Brianza centrale. Il progetto viabilistico della Pedemontana è un progetto “olistico” e globale dato che tutto il territorio sia in senso verticale che orizzontale, cerca di contribuire a risolvere l’atavica congestione che da sempre caratterizza tutta la rete autostradale, tangenziale e provinciale nella zona lombarda (centri abitati e periferia).

La Pedemontana proprio per assolvere alla sua finalità progettuale, si distingue dalla restante rete autostradale esistente per l’attenzione al territorio, al fine ultimo di minimizzare l’impatto ambientale e snellire il traffico in una delle aree più costruite e congestionate d’Europa.

La Pedemontana è localizzata sotto il livello dell’area rurale e campestre in galleria naturale e/o artificiale, lontana dagli occhi degli abitanti. Quasi invisibile, la Pedemontana è stata costruita scavando una galleria naturale per un tratto autostradale di circa 12 chilometri, anche la tangenziale corre tra discese e risalite sull’Olona e l’Adda.

Altri 13 km della Pedemontana corrono, invece, lungo una galleria artificiale. Per realizzare questo tratto del sistema viabilistico i costi sostenuti sono statti abbastanza esosi. Per quanto riguarda gli altri 36 chilometri del tratto della Pedemontana l’impatto acustico e visivo sono quasi annichiliti in quanto l’autostrada si trova circa 9 metri sotto il livello del suolo. 

Come ogni autostrada e tangenziale, anche la Pedemontana mostra la presenza di ponti e viadotti per un percorso di circa 6 chilometri e attraverserà il paesaggio naturale lombardo. Come si può capire dalla descrizione del sistema viabilistico della Pedemontana, il progetto è stato concepito e realizzato nel rispetto dell’ambiente circostante, minimizzandone l’impatto acustico ed ambientale. La Pedemontana è stata concepita proprio per tracciare una “scacchiera” di elementi naturali che ripercorrono l’area rurale ad antica vocazione regionale.

Costo

 

Come calcolare il pedaggio della Pedemontana? Semplicissimo, basta collegarsi al sito istituzionale dedicato ( https://apl.pedemontana.com/calcola-il-pedaggio ),  accedere alla sezione pagamenti e in seguito calcola il pedaggio. In questo modo sarà possibile calcolare il pedaggio da pagare, consultando la cartina visualizzabile sullo schermo del proprio dispositivo cellulare, Tablet o Smartphone.

Nella funzione “calcola il pedaggio” si può individuare il punto di partenza e quello di arrivo, ricordando di selezionale la classe del veicolo. Dopo aver inserito tutti i dati richiesti, clicca sul tasto “calcola” e visualizzerai il costo esatto del pedaggio relativo al tratto percorso da te sulla Pedemontana. Ovviamente, se percorri la tangenziale di Como (A9) risparmi del denaro e del tempo, grazie alla minore presenza di tir e auto.

Come registrarsi

 

Fruendo del servizio online è possibile procedere alla compilazione del form online che puoi visualizzare collegandoti alla corrente pagina https://apl.pedemontana.com/pagina-registrazione. Registrati, hai a disposizione due diverse opzioni per fruire del servizio telematico:

  • attivazione del CONTO TARGA
  • attivazione della registrazione per il PAGAMENTO OCCASIONALE.

Se sei un abitudinario e percorri ogni giorno, per motivi di lavoro o per piacere, la Pedemontana, allora ti consigliamo di effettuare la Registrazione al servizio CONTO TARGA. Questo servizio è un sistema di pagamento personale associato alla targa del tuo veicolo che ti permette di pagare i pedaggi optando per la domiciliazione del pagamento su una carta di credito o su un conto corrente. L’attivazione al servizio CONTO TARGA è gratuita: una volta scelta l’attivazione, non devi più preoccuparti di pagare ogni singolo pedaggio.

Se, invece, sei un utente occasionale, puoi procedere con la registrazione per il PAGAMENTO OCCASIONALE: una volta inseriti tutti i dati in modo corretto, riceverai sulla tua email un link su cui cliccare per attivare la registrazione e procedere al pagamento del pedaggio.

Come pagare online

 

Il servizio di pagamento telematico è comodissimo e velocissimo: puoi scegliere tra diverse modalità di pagamento Conto Targa o Pagamento Occasionale a seconda delle tue esigenze e delle tue necessità. Il sistema di Pagamento Occasionale consente, dopo un’unica registrazione di poter accedere alla propria area riservata e procedere al pagamento del pedaggio della Pedemontana, inserendo il numero della propria Carta di Credito.

In alternativa, puoi fruire del servizio di Pagamento Rapido che consente di effettuare il pagamento del pedaggio senza procedere alla registrazione. Ricordati di indicare la targa del veicolo e di pagare il pedaggio dovuto recandoti o presso i Punti Assistenza oppure chiama lo 02 39 460 460 e paga con carta di credito; oppure tramite web nell’apposita sezione Pagamento Rapido oppure tramite l’APP gratuita APL Free Flow.

Come pagare senza Telepass

 

Se non sei titolare di Telepass o di altro apparato di bordo, puoi pagare mediante il BORSELLINO ELETTRONICO o Ricaricabile Pedemontana, un servizio gratuito di pagamento che consente di pagare i pedaggi tramite borsellino elettronico associato alla targa di un veicolo. Una volta attivato il servizio Ricaricabile Pedemontana, non devi più preoccuparti di pagare ogni singolo pedaggio: il sistema ti consente di procedere all’addebito dei pedaggi scalando automaticamente l’importo dal borsellino.

Pedemontana Lombarda

 

Come avrai capito, la Pedemontana Lombarda è un innovativo sistema di viabilità costituto da autostrada, tangenziale e tratti stradali locali connessi. È rivoluzionaria dal punto di vista dell’impatto ambientale e locale, un sistema Free Flow, ovvero senza caselli autostradali.

La Pedemontana consente di viaggiare senza trovare barriere e code lunghe e noiose che aumentano il tempo di percorrenza sul tratto, con evidenti ripercussioni anche in termini di inquinamento ambientale. La viabilità è rapida, si può viaggiare a velocità moderata senza ostacoli o pericoli, senza caselli puoi risparmiare tempo e benzina e i centri sono meno congestionati. Si tratta di un sistema di viabilità “invisibile” progettato ad hoc per uno dei centri ed aree più trafficate d’Europa.

Pedemontana Veneta

 

Parimenti alla Pedemontana lombarda, anche nella Regione Veneto a fine 2018, si termineranno i lavori per ultimare la costruzione del progetto di viabilità della Pedemontana Veneta, un’opera che unirà Vicenza a Treviso. Anch’essa costruita nel cuore della fascia rurale e collinare del Veneto, la Pedemontana Veneta è, al pari di quella Lombarda, un sistema di viabilità che si estende dai territori delle colline della Valpolicella, alla Val d’Illasi sino ai Monti Lessini, passando per Vicenza fino alla vallata del Brenta con Bassano del Grappa, proseguendo nella zona di Treviso, Monte Grappa, Montebelluna fino a Vittorio Veneto.

Anch’essa risponde alla finalità di migliorare la viabilità e la mobilità all’interno della zona trafficata del Veneto, migliorando l’impatto ambientale e riducendo i consumi di carburante e l’inquinamento acustico. Si tratta di un progetto in cantiere che costerà più di quanto preventivato ma, i ritorni in termini di risparmi, sono di gran lunga eccedenti rispetto alle risorse stanziate.

 

Ultima modifica: 20 luglio 2017