Patente: tutte le regole per i neopatentati

224 0
224 0

Finalmente alla guida di un’automobile! Ottenere la patente è senza dubbio una grande soddisfazione e a molti ragazzi appena maggiorenni spalanca le porte su nuove possibilità e indipendenza e di movimento. Ma attenzione: ci sono alcune norme e limitazioni che, per chi ha appena ottenuto la licenza di guida, è bene non trascurare se non si vuole vedere subito infranto il sogno di libertà appena cominciato.

Le regole particolari per chi ha conseguito la patente di tipo A, A2, B e B1 restano in vigore fino a tre anni dall’ottenimento della licenza stessa.

Tra le più importanti ci sono quelle sui limiti di velocità, che devono rimanere al di sotto dei 100 chilometri all’ora in autostrada e dei 90 sulle strade extraurbane. Per l’infrazione del limite oltre a una multa che può superare i 600 euro è prevista anche la sospensione della licenza per un periodo di tempo che può arrivare a otto mesi.

Non solo. Chi ha appena ottenuto la patente non ha ancora il diritto a guidare tutte le tipologie di automobile. Nel primo anno dovranno rinunciare alle auto con potenza maggiore dei 55 kW per tonnellata, mentre nel caso di veicolo di categoria M1 – adibiti cioè al trasporto di fino a nove altre persone – il limite massimo di potenza da rispettare sarà pari a 70 kW, a meno che l’auto non sia predisposta, con lo specifico contrassegno, al trasporto di passeggeri in condizioni di invalidità. Sulla carta di circolazione di ogni autoveicolo è segnalato se esso può essere guidato da un neopatentato: il consiglio, per non rischiare, è di leggerla con attenzione prima di mettersi alla guida.

Altra importante limitazione riguarda il consumo di alcool, tra le principali cause di incidenti stradali. I divieti per i neopatentati sono infatti molto più rigidi rispetto a quelli cui devono sottostare gli altri automobilisti. Il tasso alcolemico nel sangue non deve superare lo zero: prima di mettersi alla guida non è permesso bere nemmeno un bicchiere di birra o vino. Le sanzioni crescono con l’aumentare del tasso di alcool e implicano anche una perdita di punti della patente. Nel caso in cui i valori superino il rapporto di 1,5 grammi su litro la patente viene revocata.

In ogni caso, per qualsiasi tipo di infrazione, che si tratta dell’utilizzo di cellulare alla guida, dell’assunzione di alcool o stupefacenti o di altre violazioni del codice della strada, ai neopatentati viene tolta una quantità doppia di punti rispetto agli altri guidatori.

Ultima modifica: 10 agosto 2018