Patente a1: cosa c’è da sapere

1741 0
1741 0

La patente a1 si può ottenere al compimento dei 16 anni di età: essa permette di guidare alcuni tipi di motocicli e scooter che presentano caratteristiche predefinite.

VEICOLI AMMESSI

Con la patente a1 è possibile guidare:

  • motocicli con una cilindrata massima di 125cc, una potenza massima di 11 Kw e un rapporto potenza/peso inferiore ai 0,10 Kw/kg.
  • tricicli con una potenza massima di 15 Kw; le macchine agricole che non superano i limiti di sagoma dei motoveicoli ovvero: (larghezza 1,6 m – lunghezza 4 m – altezza 2,5 m – massa massima a pieno carico 2,5 t – velocità massima 40 km/h).
  • quadricicli con una massa inferiore o uguale a 425 Kg, la velocità massima fino a 45 Km/h e la cilindrata fino a 50cc per i motori con accensione comandata o una potenza da 4 a 6 Kw per gli altri motori.
  • tutti i veicoli ammessi dalla patente AM (“patentino”).

Per accedere a potenze superiori è possibile conseguire la patente a2 (18 anni) o la patente “A senza limiti” o a3 (24 anni) che permette di guidare qualsiasi motociclo senza limiti di potenza sempre attraverso un esame pratico specifico.

Chi ha sostenuto l’esame prima del 19 Gennaio 2013 ha il permesso di circolare senza alcun vincolo di potenza/peso.

La patente a1 vale 10 anni fino al compimento del 50°anno, si rinnova con un certificato medico ogni 5 anni dai 50 ai 70 anni, ogni 3 anni dopo i 70 anni e ha un rinnovo biennale dopo gli 80 anni.

ESAMI

L’esame teorico dovrà essere effettuato con il classico metodo a quiz, 40 domande vero/falso con un massimo di 4 errori tollerati, per chi non ha mai conseguito una patente di guida, senza alcuna parte teorica per chi fosse già in possesso di patenti di altre categorie. L’esame pratico verrà effettuato con un motociclo avente una  cilindrata non inferiore ai 75cc e non superiore ai 125cc, con potenza non superiore a 11 Kw senza vincoli di velocità.

I candidati che desiderano sostenere l’esame pratico devono munirsi di un abbigliamento adeguato che prevede il casco integrale, i guanti, la giacca con protezione per i gomiti e per le spalle, le scarpe chiuse, i pantaloni lunghi, le protezioni per le ginocchia e un paraschiena centrale. L’esaminatore è su un auto e vi indica cosa fare mediante un auricolare fornito dall’autoscuola. Per quanto riguarda i costi, il prezzo cambia a seconda dell’autoscuola: esso prevede il corso di teoria e le esercitazioni pratiche da svolgersi con un insegnante incaricato. Il prezzo inoltre deve comprendere le marche da bollo, la visita medica per l’idoneità e l’iscrizione agli esami.

 

Ultima modifica: 12 febbraio 2019