Pastiglie freni: possono rovinarsi con il caldo estivo?

182 0
182 0

Le pastiglie freni, per lo meno quelle di qualità, dovrebbero avere i giusti elementi per garantire prima di tutto sicurezza e prestazioni, ma anche una buona durata. Eppure, ci sono una serie di situazioni e di concause che determinano l’usura delle pastiglie dei freni in maniera anomala.

Eppure, stiamo parlando dell’organo più importante dell’auto, quello che non dovrebbe mai lasciarci da soli: l’impianto frenante – inutile spiegare il perché – va quindi preservato e monitorato in maniera quasi ossessiva. In particolare, visto il ruolo che rivestono le pastiglie, è bene tenerle sotto osservazione e aver chiare le situazioni che possono metterle alla prova.

Molti si chiedono se le alte temperature – quindi la stagione estiva – può di fatto compromettere la funzionalità dei freni e delle pastiglie. La risposta in teoria è no , ma ci sono una serie di “di cui” da considerare. Vediamo quindi se le pastiglie dei freni si danneggiano durante l’estate.

Pastiglie freni, come funzionano

Sono ben 5 gli elementi che compongono una pastiglia del freno; quello principale è naturalmente la miscela di materiale d’attrito, miscela che a sua volta implica altri elementi, quali per esempio le fibre con resina.

All’interno della pastiglia si trova invece l’isolante. Seguono uno strato di fissaggio, un supporto in acciaio e lo strato imputato a eliminare – o almeno a ridurre – le vibrazioni.

Le pastiglie freni, per funzionare al meglio, per prima cosa devono essere montate correttamente, onde evitare frenate scarse e una durata delle pastiglie pressoché nulla. Pertanto, il consiglio degli esperti è molto chiaro e anche parecchio semplice: evitare i montaggi fai da te – si rischia infatti di montare male le pastiglie, oppure di danneggiarle – ed evitare di acquistare ricambi dalla dubbia provenienza o dal costo veramente troppo competitivo.

Si rischia grosso, infatti: perché in ballo non vi è solo l’inefficienza del sistema, ma soprattutto la sicurezza.

Usura estiva pastiglie freni 

Siamo entrati nel merito tecnico delle pastiglie freni – in realtà in maniera molto sommaria, perché descriverne la funzionalità e anche la composizione meriterebbero una trattazione a sé – per evidenziare che si tratta di elementi complessi e, al contempo, parecchio delicati.

Pertanto, prima di asserire che le proprie pastiglie dei freni siano state danneggiate dalla stagione estiva troppo calda, occorrerebbe farsi una serie di domande preliminari. La prima, per esempio: da quanto tempo non vengono sostituite? La seconda: se sono state sostituite, chi lo ha fatto? Ci siamo affidati al fai da te, oppure a mani esperte e sincere?

Infine: quando le abbiamo sostituite, che ricambi abbiamo acquistato? Solo originali, oppure ci siamo fatti ingolosire dal prezzo? Solo dopo aver risposto in maniera sincera, si potrà credere (oppure no) che le pastiglie sono danneggiate per colpa dell’estate.

Ultima modifica: 4 novembre 2019