Passaggio a livello: tipologie e regole per attraversarli

231 0
231 0

Quando si giunge in prossimità di un passaggio a livello, con o senza barriere, bisogna prestare massima attenzione alla segnaletica stradale.

Passaggio a livello con barriere

 

La norme cui attenersi quando si giunge nei pressi di un passaggio a livello sono regolate dal Codice della Strada e sono fondamentali per la sicurezza propria e altrui. Ecco tutte le informazioni utili in merito alla segnaletica e alle varie differenze esistenti tra i passaggi a livello con barriera oppure senza, nonché cosa prevede la normativa vigente.

Un passaggio a livello con barriere occupa, chiaramente, tutta la carreggiata della strada sulla quale è situato. In questo caso, quando le barriere sono chiuse, si potrà notare come il segnale del semaforo sarà con luce rossa fissa, nonché si udirà il suono della campanella che è posta su uno dei due lati dello stesso.

Per passaggio a livello provvisto di barriere si intende un qualunque dispositivo che presenti delle barre o altro che serva proprio ad impedire alle auto e altri veicoli di attraversare i binari quando è in arrivo un treno. In presenza di barriere si parla, quindi, di passaggio a livello custodito.

La barriera meccanica posta su quest’ultimo può essere azionata in modo manuale oppure un maniera automatica, grazie ad un sistema di rilevamento del traffico ferroviario. In altri casi possono anche esservi delle semibarriere, ovvero delle barre situate solo su di un lato della carreggiata al fine di impedire il traffico in ingresso sull’incrocio, mentre si facilità il traffico in uscita.

Per quanto riguarda l’apertura e chiusura delle barriere presso i passaggi a livello custoditi, questa viene appositamente gestita a distanza da specifici dispositivi. Ad essi sono anche annessi dei sistemi tecnologici come telecamere oppure radar che garantiscono la verifica della situazione dell’incrocio, controllando che non ci siano veicoli intrappolati su di esso al momento dell’arrivo del treno.

La segnaletica che indica la presenza di un passaggio a livello nelle vicinanze è in ogni caso anticipata da appositi pannelli distanziometrici bianchi con su riportate delle barre trasversali rosse, ad indicare proprio la presenza di un qualunque tipo di passaggio a livello. Questo si troverà a 150 metri se le barre sono tre, a 100 metri se sono due e a 50 metri se si tratta di una sola.

Gli attuali dispositivi elettronici, che nella maggior parte dei casi si azionano al passaggio del treno, garantiscono che le sbarre siano abbassate solo per il tempo necessario al passaggio del treno. Sono stati, pertanto, ridotti i tempi di attesa presso le sbarre che prima erano decisamente più lunghi poiché prevedevano la chiusura ed apertura della sbarre scandite da orari prestabiliti.

La chiusura del passaggio a livello sarà opportunamente segnalata da un suono di campanella, nonché dall’accensione della luce rossa posta sul lato, cui segue l’abbassamento graduale delle barriere.

Norme di comportamento

Le norme relative al comportamento da tenere in prossimità di un passaggio sono stabilite dall’articolo 147 del Codice della Strada. Quest’ultimo stabilisce, infatti, che gli automobilisti prestino sempre la più elevata prudenza quando stanno per giungere presso un passaggio a livello, facendo altresì attenzione alla segnaletica stradale.

Nel caso in cui ci si trovi dinanzi ad un passaggio a livello senza barriere, oppure con semibarriere, è opportuno accertarsi che non vi sia alcun treno in arrivo, attraversando il binario nel più breve tempo possibile. Se, ovviamente, si nota che il treno sta per giungere, bisognerà fermarsi ed attendere che il questo sia passato. Assolutamente vietato essere imprudenti, cercando di attraversare i binari quando le barre sono chiuse oppure quando il dispositivo sonoro e luminoso è ormai in azione.

Bisogna, inoltre, evitare di fermarsi sui binari e fare in modo di attraversarli in fretta. Se per una qualunque ragione il veicolo dovesse fermarsi proprio sui binari, bisognerà rimuoverlo in fretta, nonché provvedere a segnalare ai macchinisti del treno la presenza dello stesso sul tragitto che il convoglio dovrà percorrere.

Per tutti coloro che dovessero trasgredire tali norme del Codice, sono previste sanzioni amministrative che vanno da un minimo di 84 euro, sino ad un massimo di 335 euro. A ciò si aggiunge anche il rischio che possa venir sospesa la patente nel caso in cui la stessa infrazione venga commessa per ben due volte nell’arco dell’anno. La sospensione va da un minimo di uno sino ad un massimo di tre mesi.

Nel caso di un passaggio a livello con barriere, la prima regola alla quale attenersi è quella di attraversare i binari solo quando le barre siano completamente alzate. La seconda regola, ovviamente, vieta che si cerchi di scavalcare le barriere o passarci al di sotto.

Per quanto concerne, invece, la segnaletica stradale, questa varia in relazione ai diversi tipi di passaggio a livello, se con o senza barriere. Il triangolo rosso di pericolo, con su disegnate le barriere, indica che vi è un passaggio in prossimità, cui si aggiungono anche le luci rosse ad intermittenza se si tratta di un passaggio con semibarriere.

Passaggio a livello senza barriere

 

I passaggi privi di barriere vengono definiti passaggi a livello incustoditi. In tal caso, la strada non presenta alcuna separazione in prossimità dell’incrocio con i binari del treno, per cui sarà il veicolo a dover prestare la dovuta attenzione nel caso in cui la campanella o luce rossa indichino l’arrivo del treno.

I passaggi a livello senza barriere possono essere o semaforizzati, vale a dire con la Croce di Sant’Andrea provvista di due segnali semaforici a luce rossa che lampeggiano in maniera alternata, oppure non semaforizzati. Importante, in ogni caso, fermarsi per dare la precedenza.

Anche nel caso in cui si tratti di un passaggio a livello senza barriere, vi sarà sempre apposita segnaletica stradale. Il triangolo rosso del segnale di pericolo, con su riportato un treno, indica chiaramente che nelle vicinanze vi è un passaggio a livello privo però di barriere. Solitamente, se si tratta di un passaggio con binario singolo, sarà riportata una Croce di S. Andrea. Se la Croce dovesse essere doppia, questo indica che si tratta di due o più binari, in tal caso vi sono anche due luci rosse che si accendono ad intermittenza quando il treno sta per arrivare.

Passaggio a livello con semibarriere

 

Un passaggio a livello con semibarriere occupa mezza carreggiata stradale. Questo solitamente presenta due semafori a luce rossa che lampeggiano alternativamente e suona anche la campanella. Immediatamente vicino allo stesso passaggio si trova anche l’apposita segnaletica riportata sul manto stradale composta da una X bianca con le lettere PL che indicano, appunto, il passaggio a livello.

In prossimità dei binari bisogna, ovviamente, prestare la dovuta attenzione, sia che le barriere ci siano, sia che siano invece assenti. Importante, infatti, non attraversare i binari subito dopo il transito del convoglio, poiché potrebbe esservi un altro treno che viaggia nella direzione opposta o su di un binario attiguo. Altrettanto fondamentale è il rispetto della segnaletica e dei semafori stradali che proteggono i passaggi a livello. Non rispettare le regole fondamentali significa violare il Codice della Strada e incorrere nelle dovute sanzioni.

Ultima modifica: 31 dicembre 2017