Dove parcheggiare vicino al Salone di Ginevra

1437 0
1437 0

Se avete scelto di raggiungere il MotorShow di Ginevra, in corso dal 7 al 17 marzo con la vostra auto, sarete sicuramente informati sulle strade da effettuare per raggiungere la splendida cittadina elvetica in riva all’omonimo lago. Il percorso più logico e più semplice è quello che passa sotto il Monte Bianco: il costo del pedaggio per le auto è di 45,60€ (andata e ritorno 56.90€). Il San Bernardo, nel tentativo di strappare qualche cliente, garantisce forti sconti sulla tratta del ritorno anche se si tratta di allungare un po’ la strada. Da Milano sono circa 320 km; da Torino pochi di meno, si tratta di arrivare a Ivrea e riunirsi sull’autostrada che porta attraverso la Val d’Aosta fino al confine.

In Svizzera si percorre l’Autoroute Blanche 

Appena varcato il confine l’ospite italiano sarà invitato dai frontalieri elvetici a comprare la vignetta, il contrassegno che consente il libero transito su tutte le autostrade svizzere per un massimo di quattordici mesi. Il paesaggio lungo la A40, ribattezzata Autoroute Blanche è davvero suggestivo: la strada è relativamente breve. Attenzione ai limiti di velocità e ai controlli elettronici che sono moltissimi. Nel dubbio state sotto il limite Ginevra si trova sulla sponda sud del suo romantico lago: la città è deliziosa, ordinata, pulita, opulenta. Le ville sul lungolago sono ricchissime: i negozi del centro sfoggiano orologi di precisione e di marca a pioggia.

Nell’anno del trionfo ai botteghini di “Bohemian Rhapsody” Ginevra sta vivendo un momento di particolare fulgore. A Ginevra visse gli ultimi anni della sua vita Freddy Mercury che qui, in uno studio che i Queen possiedono tutt’ora, registrò i suoi ultimi dischi, “Innuendo” e il postumo “Made in Heaven”: sul molo della villa con studio annesso è stata innalzata una statua dedicata a Freddy in una delle sue caratteristiche pose di scena che è stata ricalcata di fronte al lago in piazza del mercato. Da qui sono state sparse le sue ceneri nelle acque del lago…

Parcheggiare nei pressi del Salone di Ginevra

Perché queste indicazioni? Perché in effetti il MotorShow è interessante e si può considerare il pezzo forte ma Ginevra nel corso dei dieci giorni di esposizione offre una innumerevole serie di attrattive e iniziative collaterali.

Chi arriva in macchina uscendo a Ginevra si limiti a seguire le indicazioni per i parcheggi autorizzati, una quindicina in tutto che non sono esattamente a buon mercato (tariffa fissa quotidiana da 25 franchi) ma garantiscono navette a tutte le ore. Tre i grandi parcheggi riservati al pubblico: basta seguire le indicazioni, il più vicino è a 8km dalla sede, il più lontano a 10km circa: ma tranquilli… sono solo pochi minuti di navetta e il loro servizio prosegue per almeno un paio d’ora dopo la chiusura dei padiglioni. I parcheggi più piccoli e più vicini sono riservati al personale accreditati: addetti ai lavori, giornalisti, espositori.

Chi decide di avventurarsi in città e correre il rischio per risparmiare pochi franchi parcheggia dove e come capita rischia di confrontarsi con il battaglione di carro attrezzi che è scatenato e non fa sconti. I parcheggi sono molti anche in città, in particolare nei pressi dei grandi alberghi ma non sono molto più economici.

Ultima modifica: 7 marzo 2019