Parafango dell’auto: come ripararlo

4084 0
4084 0

A cosa servono i parafanghi alle auto?

I parafanghi delle auto sono veramente fondamentali tanto che negli ultimi anni ne hanno costruiti anche per le biciclette. Per questo una corretta manutenzione dei parafanghi fa parte della cura abituale dell’auto. I parafanghi infatti sono quella particolare sezione che ricopre le ruote anteriori e posteriori dei mezzi. La funzione principale di questo pezzo è quella di evitare che eventuali detriti come sassi, fanghiglia, ecc, vengano lanciati in aria dagli pneumatici in movimento. La manutenzione dei parafanghi è persino regolamentata dal codice stradale.

Cosa costituisce un parafango guasto?

Solitamente i parafanghi non sono a norma quando presentano crepe, fessure, parti che fuoriescono dalle guarnizioni della carrozzeria. Purtroppo rovinarne uno può esser una cosa all’ordine del giorno. Fortunatamente per gli amanti del fai-da-te la riparazione è altrettanto semplice.

Ecco come riparare il parafango dell’auto

Innanzitutto è necessario ripulire a puntino tutto il pezzo. Incrostature e sporcizia possono andare a peggiorare la riparazione. Quindi munirsi di spugne, acqua calda, detersivi e se strettamente necessario spazzole a vapore per togliere lo sporco più insistente. Una volta che la zona del parafango incidentata è perfettamente ripulita, possiamo procedere con la riparazione vera e propria.

In caso di crepe, si può applicare della vetroresina, una sostanza liquida o solida che è particolarmente indicata per la riparazione delle carrozzerie delle auto. La vetroresina solida ha la stessa consistenza di una pasta. Con l’aiuto di apposite spatole, è sufficiente cospargere la zona del parafango incidentata e ricoprire interamente la crepa. Se necessario, ripetere l’operazione più volte dopo che la prima passata si è asciugata. Infine la “toppa” in vetroresina va levigata per pareggiare le imperfezioni.

Un’altra operazione per riparare un parafango è quella da fare con lo stucco. La procedura è simile alla precedente: stendere un velo di stucco nella zona interessata e lasciar asciugare. Dopodiché con spugne abrasive o con carte leviganti è sufficiente lisciare la zona per livellarla con la carrozzeria. Quindi verniciare la carrozzeria a nuovo.

Queste sono un paio di soluzioni semplici e low cost che si possono trovare nell’immediato navigando anche nel web per riparare un parafango. Se il fai-da-te non è nelle tue corde, un’altra possibilità è data da quella che a seconda del danno può esser una soluzione drastica: sostituire completamente il parafango con uno nuovo.

Ultima modifica: 20 aprile 2017