Parabrezza auto: quanto costa sostituirlo

394 0
394 0

Una scheggiatura insignificante comincia ad allargarsi e, per effetto delle vibrazioni dovute al movimento, o per agenti atmosferici o per altre cause, quella scheggiatura, che all’inizio poteva sembrare insignificante e che avrebbe potuto reggere ancora un po’, improvvisamente diventa un problema, anche costoso. Perché il parabrezza auto non potrà essere più riparato ma dovrà essere sostituito interamente.

Non è una situazione così rara come si potrebbe pensare, soprattutto perché molti automobilisti non danno particolare peso a qualche “graffio”, che comincia a espandersi oltre i due centimetri e richiede ben più di una colata di resina.

Quando sostituire il parabrezza auto

Se il danno è davvero irrisorio la riparazione, con un po’ di pazienza e molta accortezza, può anche essere fatta in autonomia, limitando la spesa a pochi euro. Basta infatti riempire la scheggiatura con un buon prodotto e lasciare che agisca in meno di un’ora. Il risultato finale è davvero buono, sia sotto il profilo estetico, sia sotto il profilo della sicurezza.

Quando l’intervento di riparazione non è possibile, bisogna invece rivolgersi a un’officina specializzata e la spesa che si andrà a sostenere può passare dalle poche centinaia di euro, almeno 300, a un migliaio e oltre. Dipende tutto dal modello di auto e dalla grandezza e forma del cristallo. Molto più contenuta si rivela, invece, la spesa per chi decide di stipulare una polizza assicurativa che copra, appunto, i danni ai vetri. In questo caso, non sarà necessario spendere più di 60-90 euro, potendo quindi ottenere il risarcimento dalla propria assicurazione.

Risparmiare con una polizza sul parabrezza auto

Solitamente le polizze che tutelano dai danni i vetri dell’auto, nel caso non sia necessaria la sostituzione, prevedono la riparazione gratuita. Sarebbe il caso di riflettere sulla convenienza, specie se si circola in zone soggette a grandinate frequenti. Utilizzando poi, se previste nella polizza, le officine convenzionate, anche il disbrigo delle pratiche, per ottenere il risarcimento dalla propria compagnia assicurativa, sarà compreso nell’intervento.

Nei costi da calcolare bisogna aggiungere anche il prezzo per la manodopera, che po’ variare sensibilmente a seconda del tempo che occorre per l’intervento complessivo. Nel caso in cui il prezzo finale ecceda il massimale garantito dall’assicurazione, sarà necessario accollarsi la differenza.

La sostituzione del parabrezza è necessaria quando la scheggiatura non sia in prossimità dei bordi e copra la visuale del guidatore. In questi casi la sicurezza del cristallo è seriamente compromessa.

Ultima modifica: 19 novembre 2018