Come pagare le multe online

147 0
147 0

È per lo meno dal 2016 che nella maggior parte dei comuni italiani c’è la possibilità di saldare le multe senza doversi muovere da casa. Nella maggior parte dei casi, infatti, i Comuni danno la possibilità ai trasgressori di pagare le multe online.

Procedura per pagare le multe online

C’è una procedura da seguire, certo, ma il tutto è molto meno faticoso e stressante che doversi recare in una ricevitoria del lotto o in un ufficio postale, soprattutto se è l’ora di punta.

C’è poi da tenere conto del fatto che se si paga entro una settimana dalla notifica (in alcuni casi dieci giorni), si può ottenere una diminuzione della sanzione del trenta per cento. È una facilitazione in più anche rispetto al pagamento cash, perché in quel caso lo “sconto” lo si può avere solo se si paga entro i primi 5 giorni.

Se scegliete di pagare le multe online, il sito al quale dovete fare riferimento è quello del Comune nel quale risiedete. Di solito nella pagina iniziale del sito Internet del Comune c’è un portale accedendo al quale vi viene data la possibilità di seguire tutta la pratica fino alla sua conclusione.

Lì potrete leggere il verbale, verificare se ci sono immagini prese da un autovelox, dalle telecamere della zona a traffico limitato o dal cosiddetto Vistared a un semaforo: li potrete anche consultare gli articoli del codice della circolazione che si presume abbiate violato, e così via.

Che cosa serve

In genere, la piattaforma per il pagamento delle sanzioni è accessibile tra i servizi online proposti dai portali web comunali, inserendo negli appositi spazi la targa dell’autoveicolo, il numero di codice e la data del preavviso di violazione o della notifica del verbale.
In linea generale alle piattaforme dedicate alla corresponsione delle multe online si può accedere riempiendo gli appositi “form” coi propri dati: la targa della macchina, il numero del verbale ecc.

Dopo che si è entrati nell’area riservata alle multe online, per andare avanti è necessario avere a portata di mano una carta di credito, va bene anche ricaricabile o prepagata, e naturalmente anche la notifica della multa, sulla quale troverete tutti i riferimenti appropriati, oltre che, naturalmente, anche l’indicazione esatta dell’importo da corrispondere.

Va chiarito che la procedura vista fino a qui va bene per le multe elevate dalla polizia municipale. Se però la multa proviene da carabinieri o polizia, allora il sito internet al quale riferirsi sarà quello delle Poste Italiane.
Il primo passo da compiere, in questo caso, è crearsi un account su Poste Italiane e poi attendere l’invio del relativo codice di accesso. Dopodiché tutto funziona più o meno come indicato sopra con riguardo alla procedura comunale.

Ultima modifica: 11 luglio 2019