Oscuramento vetri auto: come fare

81461 0
81461 0

Con o senza pellicola

Qualsiasi siano le nostre esigenze, l’oscuramento vetri auto fornisce innanzitutto, oltre che qualità estetiche, vantaggi a livello pratico e di privacy. Il livello di penetrazione dei raggi solari è minore, di conseguenza anche il calore dentro l’auto risulterà essere minore.

In determinati casi l’oscuramento dei vetri salvaguarda la privacy di chi sta seduto dietro (ad esempio i nostri bambini) o, in caso di utilizzo del proprio mezzo a scopo lavorativo proteggono un eventuale carico da occhi indiscreti. Inevitabile il tocco estetico superiore di un’auto con i vetri oscurati che creerà un maggior effetto “auto di lusso”.

Insomma qualsiasi sia la ragione per cui vogliamo oscurare i vetri della nostra auto si presenteranno sempre le domande tipo: com’è possibile farlo? Quanto costa?

Innanzitutto occorre conoscere i metodi che possono permettere di oscurare i vetri dell’auto. Ma prima ancora bisogna fare chiarezza sulla normativa che parla di oscuramento dei vetri auto.

Anche se la nostra auto non è provvista di vetri oscurati all’atto dell’omologazione c’è piena libertà di poter effettuare questa operazione in un secondo tempo, ma questa libertà è limitata ai soli vetri posteriori e lunotto posteriore, non è possibile apportare questa modifica a parabrezza e vetri anteriori.

Chiarito l’aspetto legale analizziamo i metodi di oscuramento dei vetri applicabili alla nostra auto. Sono essenzialmente due: con utilizzo di un’apposita pellicola omologata che viene applicata sui vetri o con sostituzione dei vetri con altri oscurati senza pellicola, cioè realizzato con vetro scuro. Ovviamente esistono delle differenze, non solo di prezzo, tra le due metodologie, che presentano vantaggi e svantaggi.

Vantaggi e svantaggi

Le pellicole oscuranti hanno un costo relativamente basso, approvvigionarsi di fogli singoli o di un rotolo da ritagliare che assicurano l’oscuramento dei vetri posteriori e del lunotto, hanno un costo orientativo che va dalle 50,00 alle 100,00 euro, a seconda della tipologia scelta. Il montaggio può essere effettuato in centri specializzati che assicureranno la buona riuscita dell’applicazione. Si potrebbe supporre un costo totale tra pellicole e manodopera che si aggira intorno ai 250,00 euro.

Le pellicole sono più economiche della sostituzione integrale del reparto vetri posteriore ma presenta degli svantaggi. Uno su tutti il fatto che, a lungo andare, la pellicola viene “cotta” dal sole e dal calore interno all’auto, specie quello delle giornate più torride. L’elasticità iniziale della pellicola nuova lascia spazio via via ad una legnosità che sfocia nel fatto che la pellicola si sfogli e si stacchi dal vetro a pezzi. Ovviamente parliamo di casi limite, se la pellicola viene sostituita nei tempi consigliati, questo problema può essere risolto, ma chiaramente vanno a salire i costi proprio per la natura non definitiva delle pellicole oscuranti.

Optare per la sostituzione in toto dei vetri chiari con vetri oscurati presenta costi notevolmente più elevati, ma garantisce, in buona sostanza, un lavoro che non ha bisogno di ulteriore manutenzione in futuro. I prezzi sono profondamente influenzati da marca e modello dell’auto, se si volesse fare un esempio pratico un lunotto oscurato pronto da montare su una Fiat 500 x nuovo di zecca ha un costo che si aggira sulle 300,00 euro, a cui andare a sommare i costi di montaggio, che deve essere necessariamente effettuato da centri specializzati.

Come oscurare vetri auto fai da te

Molti preferiscono cimentarsi con il fai da te per quello che riguarda la cura della propria auto, è qualcosa che può rivelarsi divertente e gratificante allo stesso tempo. Senza tralasciare il fatto che effettuare determinate operazioni fai da te fa risparmiare qualcosa, talvolta in percentuale consistente.

Oscurare i vetri della propria auto da soli è qualcosa di fattibile e permette di risparmiare sui costi della manodopera. Da soli è possibile solamente applicare delle pellicole oscuranti, essendo quasi impossibile la sostituzione dei vetri originali. Un semplice giretto nei meandri del web potrà fornirci tutte le possibilità di acquisto delle pellicole e valutare eventuali differenze di prezzi di acquisto con negozi di ricambi auto.

Se si vuole effettuare questa operazione da soli è necessario avere a portata di mano le pellicole, un taglierino ed una spatola, nulla più. Con un costo un po’ superiore è possibile acquistare delle pellicole pretagliate ad un misura perfetta per i vetri della nostra auto, questa soluzione è perfetta per i neofiti o chi ha meno manualità alle prese con un eventuale rotolo di pellicola da tagliare e sagomare.

Messo da parte il problema riguardo alla sagomatura, cosa a cui stare molto attenti è l’applicazione della pellicola, deve risultare assolutamente priva di bolle d’aria che non solo danno un immediato senso di lavoro non realizzato a regola d’arte, ma accorciano i tempi che separano la prima applicazione dalla sostituzione, infatti le pellicole che presentano molte bolle durano metà del tempo. La spatola, di cui ci si deve necessariamente dotare, aiuterà ad evitare la loro formazione ed a stendere la pellicola in maniera ottimale.

I consigli

Ponendo il fatto che la soluzione delle pellicole oscuranti è in assoluto la soluzione più diffusa e di facile approccio, ci sono dei piccoli consigli da non prendere sottogamba, per far sì che la manutenzione sia più rada. Il sole ed il caldo non fanno bene alle pellicole che, anche se dotate di una notevole resistenza e durata nel tempo, ne possono soffrire; limitare esposizioni in pieno sole estivo o non chiudere completamente i finestrini nelle giornate più calde aiuterà in maniera notevole.

A chi non ha una grande manualità ma vuole comunque cimentarsi nell’applicazione delle pellicole oscuranti si potrebbe consigliare di acquistare pellicole preformate per il proprio modello di auto, si potrà così evitare la fase di sagomatura e di ‘taglio sul posto’ della pellicola che può risultare complicata. Da considerare il rischio di fare dei solchi sul vetro col taglierino e rovinarlo o il rischio di rovinare le linee termiche riscaldanti del lunotto.

Niente paura se durante il montaggio fai da te si forma qualche bolla, basta praticare un piccolissimo foro al centro della bolla con uno spillo, l’aria della bolla uscirà fuori e permetterà di eliminarla con facilità, va da sé che è sempre meglio limitarne la formazione il più possibile.

Ultima modifica: 26 aprile 2017