Ogni quanto portare l’auto a fare la revisione

1343 0
1343 0

I nostri veicoli – sia auto sia motociclette – hanno bisogno di molte cure e ovviamente dei regolari controlli utili a valutarne lo stato di salute e l’efficienza. Sappiamo bene che le condizioni climatiche e l’usura del tempo possono compromettere le parti più delicate del nostro veicolo con danni serie, anche in fatto di sicurezza. Oltre alla manutenzione ordinaria che possiamo svolgere con il fai da te, la legge impone controlli più rigorosi come la revisione dell’auto.

La revisione auto: cos’è

Obbligatoria per Legge, la revisione auto ha differenti scadenze e serve a verificare lo stato meccanico dell’auto e il corretto funzionamento di tutti i suoi sistemi, compresi quelli elettrici. Lo scopo è quello di scoprire e prevenire eventuali guasti o malfunzionamenti – causati dall’usura e dal clima – che potrebbero mettere a serio rischio non solo la tenuta del veicolo ma anche la sicurezza in strada.

Quali controlli per la revisione auto?

Durante la revisione del veicolo, gli addetti ai lavori controlleranno il perfetto funzionamento dei vari dispositivi dell’auto come ad esempio l’impianto frenante (freno a mano, freni e altro), lo sterzo (cuscinetti, stato meccanico e altro), sicurezza dei vari dispositivi (cinture di sicurezza e altro).

Le sedi per la revisione auto

I controlli relativi alla revisione auto si potranno effettuare nei centri di revisione e le officine autorizzate dal Ministero dei Trasporti, alla Motorizzazione Civile oppure anche presso un’agenzia ACI.

Ogni quanto portare l’auto per la revisione?

Essendo la revisione auto obbligatoria e a scadenza regolare, quando si deve portare l’auto? Diciamo che le scadenze per la revisione auto sono differenti in base al proprio veicolo se nuovo o di seconda mano.

Se abbiamo acquistato un veicolo nuovo da un concessionario, la revisione di dovrà effettuare dopo i 4 anni dalla prima immatricolazione poi le successive ogni 2 anni come per tutti gli altri veicoli. Nel caso di un’auto acquistata di seconda mano, la revisione – si farà ogni 2 anni – sarà a carico dell’acquirente se rientrerà nei due anni previsti dalla Legge oppure dal venditore in caso contrario.

Cosa fare se la revisione è scaduta?

Il Codice della Strada non lascia dubbi: Divieto assoluto di circolazione con un veicolo privo della revisione. In questo caso, infatti, non è possibile circolare per strada in caso contrario si rischia una multa da 159 euro fino a 639 euro oltre alla sospensione dell’auto ma con l’unica possibilità di utilizzarla esclusivamente per recarsi in un’officina per il rinnovo della revisione.

Ultima modifica: 2 gennaio 2022