Normativa sulla circolazione con il parabrezza danneggiato

888 0
888 0

E’ possibile circolare senza incorrere in una multa, con il parabrezza della nostra automobile lesionato? Esaminiamo la normativa in vigore.

Il problema del parabrezza danneggiato e scheggiato, riguarda indubbiamente molte automobili. A tal proposito il Codice della Strada si esprime stabilendo che i veicoli, durante la circolazione su strada dovranno essere tenuti in condizioni di massima efficienza; in questo modo sarà così garantita la sicurezza stradale e limitato il rumore e l’inquinamento ambientale.

Normativa

Non è prevista nel nostro ordinamento e nel Codice della Strada, una norma specifica che disciplini la fattispecie della guida di un veicolo su strada, caratterizzato dal parabrezza danneggiato o scheggiato; l’unica fonte alla quale potremo infatti fare riferimento, è quella sopra citata, relativa alle condizioni di massima efficienza che dovranno riguardare i veicoli con i quali si procede su strada.

Nonostante nel Codice della Strada non sia presente una norma specifica che disciplini la materia, è comunque possibile affermare che, in riferimento alla norma relativa alle condizioni di massima efficienza che dovrà caratterizzare i veicoli su strada, i vetri dell’automobile dovranno essere tenuti in perfetto stato, per circolare in modo sicuro.

A tal proposito andrà anche considerato non solo il fattore parabrezza danneggiato, ma anche ad esempio la sporcizia che potrà interessare lo stesso, pregiudicando la visuale del conducente. Anche i vetri appannati determinano certamente una diminuzione della visibilità del conducente. Per questa ragione, sarà necessario un sistema di anti appannamento efficiente. Un cristallo danneggiato, a seguito della pressione e delle vibrazioni durante la guida alle quali è sottoposta il veicolo, potrà infrangersi o addirittura scoppiare, attentando l’incolumità del conducente e degli altri veicoli che si trovano sulla strada.

A maggior ragione, non sarà sicuro circolare con veicoli caratterizzati da vetri scheggiati, incrinati o lesionati. Bisogna inoltre ricordare che l’integrità dei cristalli sugli autoveicoli, incide certamente sulla rigidità del telaio e quindi sulla sicurezza e sul comfort della vostra automobile.

Metodi e costi riparazione

Per quanto riguarda la riparazione dei cristalli del proprio veicolo, scheggiati o danneggiati, andrà prima di tutto precisato che vi sono delle formule di tutela assicurativa (polizza cristallo) che liquideranno le spese di riparazione dei cristalli, in caso di danneggiamento.

Talvolta, in caso di piccole rotture o scheggiature, sarà possibile intervenire direttamente sulla frattura del parabrezza con soluzioni collanti, che eviteranno che il danneggiamento vada ad ampliare la crepa sul vostro parabrezza. In caso di lesione importante sulla superficie del vostro parabrezza, sarà invece necessario effettuare la sostituzione completa della stesso. Per un intervento mirato sulla lesione del parabrezza, per la sua riparazione, i costi si aggireranno dai 60 ai 90 euro circa.

Ultima modifica: 7 maggio 2018